I carabinieri della stazione locale, ieri, hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso nei confronti di Roberto Federico, 32 anni.

Ancora fiamme in città. Un incendio si è sviluppato ieri sera intorno alle 23 in via Antonio Ligabue.

Due seminari formativi riservati ad ingegneri ed architetti nisseni. Ad organizzarli l’Ance di Caltanissetta con la collaborazione dei rispettivi ordini provinciali professionali e la partnership siglata con le società specializzate nell’edilizia Cgt e Leica.

Ampio successo sabato scorso per il convegno medico dedicato al tema del carcinoma del colon retto, promosso dall’Università degli studi di Palermo con il patrocinio del Comune di Villalba, nell’ambito del progetto “L’Università incontra il territorio”.

Si è concluso con la vittoria del club “Diamante” di Villalba il torneo di biliardo promosso in collaborazione con il club “Punto d’incontro” di Vallelunga,che ha coinvolto le squadre di Vallelunga, Villalba, Roccapalumba, con la partecipazione di alcuni giocatori di San Giovanni Gemini.

Movida violenta nelle ultime notti dei giovani in centro storico. Una maxi rissa sabato sera e un ragazzo picchiato in un bar venerdì.

«Non abbiamo mai chiesto la chiusura dei campetti di calcio, ma solo chiarimenti sulle condizioni di agibilità dell’impianto».

Ufficializzata la lettera di dimissioni con cui l’ormai ex vicesindaco Rossella Mendola ha rimesso nelle mani del sindaco, non certo senza rammarico, il mandato di assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica, Personale e Politiche giovanili, nonché la delega di vice.

Prenderà il via entro pochi giorni la raccolta dell’umido “porta a porta” che, come annuncia l’amministrazione comunale «determinerà una rivoluzione nelle abitudini dei cittadini».

È stato arrestato dalla Polizia un uomo di 37 anni, Michele Stracquadaini, raggiunto ieri pomeriggio da una pattuglia di agenti del commissariato di Niscemi. I poliziotti, diretti dal commissario Capo Andrea Monaco, hanno eseguito un’ordinanza un provvedimento di ammissione agli arresti domiciliari, beneficio concesso dal Tribunale di Sorveglianza di Catania, emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltagirone. Stracquadaini deve scontare complessivamente un anno, 10 mesi e un giorno di reclusione per cumulo di diverse condanne definitive. Il trentasettenne di Niscemi era stato condannato per detenzione e porto abusivo di fucile con matricola abrasa e relativo munizionamento, esercizio abusivo della caccia in riserva naturale durante il periodo di silenzio venatorio ed evasione dagli arresti domiciliari, misura a cui era stato sottoposto per i precedenti reati. Fatti, questi, risalenti al luglio del 2011.