Ufficializzata la lettera di dimissioni con cui l’ormai ex vicesindaco Rossella Mendola ha rimesso nelle mani del sindaco, non certo senza rammarico, il mandato di assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica, Personale e Politiche giovanili, nonché la delega di vice.

Prenderà il via entro pochi giorni la raccolta dell’umido “porta a porta” che, come annuncia l’amministrazione comunale «determinerà una rivoluzione nelle abitudini dei cittadini».

È stato arrestato dalla Polizia un uomo di 37 anni, Michele Stracquadaini, raggiunto ieri pomeriggio da una pattuglia di agenti del commissariato di Niscemi. I poliziotti, diretti dal commissario Capo Andrea Monaco, hanno eseguito un’ordinanza un provvedimento di ammissione agli arresti domiciliari, beneficio concesso dal Tribunale di Sorveglianza di Catania, emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Caltagirone. Stracquadaini deve scontare complessivamente un anno, 10 mesi e un giorno di reclusione per cumulo di diverse condanne definitive. Il trentasettenne di Niscemi era stato condannato per detenzione e porto abusivo di fucile con matricola abrasa e relativo munizionamento, esercizio abusivo della caccia in riserva naturale durante il periodo di silenzio venatorio ed evasione dagli arresti domiciliari, misura a cui era stato sottoposto per i precedenti reati. Fatti, questi, risalenti al luglio del 2011.

Che tra suocera e nuora i rapporti siano sempre a rischio è fatto noto. Un'alchimia al contrario, le cui ragioni sono ignote. Ma l'assunto è certo, si perde nella notte dei tempi. Non è spiegabile, né dimostrabile. Semplicemente... così è.

Don Antonio Rivoli è il nuovo amministratore parrocchiale della Matrice? La notizia viene data per certa anche se, a guardare il sito ufficiale della Diocesi, non c'è ancora l'ufficialità.

Si teme per la vita di un autista di furgone, mentre un'altra persona sarebbe in condizioni critiche. Sono rimasti coinvolti entrambi in un grave incidente della strada avvenuto poco prima dell'ora di pranzo sulla Statale 117 Bis, Catania-Gela, poco prima di Passo Cerasaro.

Momenti di paura per una giovane coppia di genitori. Ieri a tarda sera il loro bambino ha accusato una crisi respiratoria a causa di un corpo estraneo presente nella laringe. 

Il piccolo aveva ingoiato una moneta da 20 centesimi della quale si era impossessato per gioco.

«Un giorno da Poliziotto» per gli alunni delle classi di quinto anno delle scuole Don Milani e Gori del Secondo Circolo didattico. I bambini accompagnati dalle insegnanti, dal dirigente scolastico Franco Ferrara e dalle volontarie dell’associazione l’Aquilone hanno visitato gli uffici del Commissariato di Polizia.

Ancora una volta dentro due casse da morto per difendere il diritto alla salute e alla vita. È l’ennesimo eclatante Sit-in intitolato «Tra la vita e la morte» annunciato da Giuseppe Maida, promotore di tante battaglie a difesa dei diritti e servizi negati alla comunità niscemese, che oggi ha iniziato ad attuare insieme a Rosario Ristagno, volontario della Prociv- Anpas, dalle 7 alle 20 di stasera presso la direzione generale dell’Asp 2 di Caltanissetta, per dire No alla paventata chiusura del pronto soccorso dell’ospedale «Suor Cecilia Basarocco».  

Si chiama Sostegno per l’inclusione attiva (Sia) la nuova misura di sussidio per le famiglie che vivono in condizioni economiche disagiate, che potranno richiedere, all’ufficio servizi sociali del Comune, una carta di pagamento elettronico per l’acquisto di beni di prima necessità.