«La politica che non muore mai è ispirata dalla dottrina sociale della Chiesa, giustizia, moralità e sviluppo economico. L’impegno del Popolo della Famiglia per contrastare la corruzione politica e il suo fenomeno inizia come un impegno educativo attraverso la conoscenza della propria esistenza e il rapporto con la società».

«Il Progetto Civico, indicando come proprio candidato a sindaco Lucio Greco, ha smosso le acque stagnanti della politica gelese. Il Progetto Civico non può, infatti, aspettare i tempi biblici dei partiti e la messa a punto di certi equilibri interni, alquanto incerti, a giudicare almeno dalle vicende degli ultimi giorni». 

Tra oggi e domani dovrebbe essere sciolta la riserva sul nome del candidato sindaco del patto «civico» Impegno Comune, cartello politico fondato nei mesi scorsi dai consiglieri uscenti Gaetano Petralia, Annamaria Incarbone, Vincenzo Mantione e Salvatore Rinaldi e Giorgio Arena.

Idea Sicilia inizia a strutturarsi nel territorio in vista delle elezioni amministrative e comincia da Caltanissetta.

«I previsti incrementi di agenti di polizia, in particolar modo, nei Commissariati di Niscemi e Gela, sono insufficienti per un efficace controllo del territorio».

Il sindaco, Massimiliano Conti, sarebbe inadempiente in ordine alla mancata presentazione della relazione annuale sull'attività amministrativa. Un documento al quale i consiglieri comunali Valentina Spinello (Lega) e Rosario Meli (Movimento Rete Civica) attribuiscono grande importanza e la cui mancata presentazione costituisce elemento che «allontana i cittadini dalla cosa pubblica oltre a dileggiare il consiglio». 

«Ritengo che dopo questi vergognosi e ignobili atteggiamenti sia dovere se non obbligo di noi tutti consiglieri comunali portare in consiglio la mozione di sfiducia del sindaco Plumeri». Così aveva tuonato poche ore prima Fabio Ferreri dalla pagina social del suo gruppo politico di riferimento, Amare Villalba.

Le gelate di queste settimane hanno paradossalmente scaldato il clima politico in alcuni centri alle pendici delle innevate Madonie. In alcuni casi lo rendono a dir poco incandescente. È il caso di Vallelunga e Villalba, dove le tensioni politiche rappresentano la cifra di queste prime settimane del 2019.

«La chiusura degli uffici distaccati del Libero Consorzio di Caltanissetta è inopportuna, rischia di creare disagi ai cittadini della provincia e di determinare spese maggiori - a esempio per le missioni del personale - rispetto ai risparmi delle utenze, dal momento che gli immobili sono di proprietà dell’ente».

Raffaele Carfì è un nuovo componente della segreteria cittadina della Lega. La notizia è stata comunicata stamattina dal coordinatore, Giuseppe Spata.