Tanto tuonò che piovve, dopo settimane di voci ed indiscrezioni adesso è ufficiale. La coalizione di centrodestra ha depositato presso il Tar di Palermo, il ricorso avverso alcune liste a sostegno del Progetto Civico di Lucio Greco.

Amara sorpresa per i tanti appassionati di basket che praticamente ogni sera prendono d’assalto il playground della Rotonda Est di Macchitella, uno dei pochi campi da street basket della città. Stasera niente tiri a canestro, sul campetto in cemento si sono parcheggiati i camion di alcuni giostrai, arrivati in città per la kermesse della Summer Expo, un’esposizione fieristica che occuperà quell’area di Lungomare a partire da venerdì 14 giugno fino al prossimo 23.

Ballano sette nomine nelle stanze del palazzo, ruoli importanti che nella gerarchia politica del comune sono immediatamente sotto quella del presidente del consiglio comunale. Rimane infatti da assegnare la vicepresidenza dell’aula. E le sei commissioni consiliari.

Non uno, ma ben due ricorsi pendono sul destino e sul futuro dell'Amministrazione Greco. Nessuna notizia ufficiale ancora, ma le voci che si rincorrono tra gli ambienti politici si fanno sempre più insistenti.

Niente è come sembra soprattutto se parliamo di Erika Lei, nome d’arte della cantautrice licatese Erika Ietro che, al suo terzo singolo ufficiale dopo i successi dei “I’m Here” e “Simphony”, regala una nuova perla musicale, malinconica e dolente ma altrettanto romantica, con “San Junipero”, il nuovo pezzo uscito il 12 aprile, con l’etichetta LaPOP. 

L'applicazione del regolamento comunale che disciplina il baratto amministrativo, a chiederlo ufficialmente all’Amministrazione Greco è l’associazione Konsumer, tramite il coordinatore cittadino, Stefano Scepi.

Dove spesso non arriva la civiltà di alcuni cittadini arriva invece la denuncia pubblica e così, ad appena 24 ore dal nostro servizio che documentava lo scempio che si trovava lungo la strada provinciale 189 e nelle campagne circostanti, qualcosa si è mosso. Sabato mattina uomini e mezzi della Tekra, inviati appositamente dall’amministrazione comunale, hanno ripulito e bonificato l’area che va dallo svincolo di Spinasanta e si inoltra lungo la provinciale nelle campagne a est del centro abitato. 

Ventuno consiglieri hanno scritto il nome di Salvatore Sammito sulla scheda e il consigliere comunale al termine dello scrutinio è stato salutato da un lungo applauso.

Venerdì 31 maggio, martedì 4 giugno, è durata poco più di quattro giorni l’esperienza in Giunta di Salvatore Sammito. Il consigliere più suffragato della lista Un’altra Gela ha presentato quest’oggi dimissioni irrevocabili dall’incarico, liberando di fatto un posto nella squadra di governo del sindaco Lucio Greco.

Domani o al più tardi mercoledì potrebbe essere il giorno giusto per l’ingresso del Pd in Giunta. 48 ore per vedere tornare i Dem al governo della città dopo gli oltre tre anni di purgatorio conseguenti alla sconfitta delle amministrative del 2015. Oggi il Partito Democratico non è più la corazzata “acchiappa voti” dei tempi andati, ma è più un piccolo partito in ricostruzione, un malato che ha appena iniziato la sua convalescenza.