È stato approvato ieri dal Consiglio Comunale il nuovo Regolamento delle entrate tributarie, un provvedimento innovativo che spinge fortemente il Comune di Delia sulla via della semplificazione e dell’efficienza amministrativa.

Guidare dopo aver bevuto alcolici è severamente vietato dal codice della strada. Ne sa qualcosa un automobilista di Gela, incappato nei controlli della Polizia Stradale, che durante il fine settimana hanno eseguito diversi controlli, sia nei centri abitati che sulle strade di competenza.

Tutto secondo pronostico, Paolo Mattina è il nuovo coordinatore provinciale di Diventerà Bellissima, il movimento politico fondato dal presidente della Regione, Nello Musumeci.

Ci sarà l'intera delegazione locale al congresso provinciale del movimento del Presidente, Nello Musumeci, Diventerà Bellissima. I lavori si aprono nel pomeriggio, all'Hotel Ventura di Caltanissetta.

Organici della magistratura ridotti al lumicino, ma ritenuti insufficienti anche quando i posti sono coperti. Questo a causa del notevole carico di lavoro.

La spaccatura nel centrodestra, le acque agitate in Forza Italia e i tanti nomi che circolano. Abbiamo chiesto il punto di vista di Eugenio Catania, ex assessore, dirigente provinciale forzista e uomo vicino a Michele Mancuso. 

Quindi si va verso una candidatura di Salvatore Scerra?

Personalmente, non sono contrario alla candidatura di Salvatore Scerra. O a quella di Emanuele Maniscalco. Anzi sarei pure contento di contribuire a una svolta storica per la città. Sostenere due risorse come loro sarebbe un atto di estremo coraggio per il partito, ma non posso condividere il metodo con cui l'onorevole Bartolozzi, sin dal suo ingresso in Forza Italia, sta agendo. Spaccando il partito e la coalizione.

Spacca? L'impressione è che invece voglia unire e ricucire.

Non credo. Le azioni della nostra deputata rivelano inesperienza politica, ha aperto uno scontro insanabile tra le diverse sensibilità del partito che ha già condannato Forza Italia ad essere succube e non attore protagonista di questa campagna per le amministrative 2019. Per cosa poi? Per mettersi contro chi, avendo messo a disposizione la propria piattaforma elettorale (parlo di Mancuso) gli ha consegnato l'opportunità di diventare deputato, senza un giorno di militanza nel partito.

Scusi Catania, lei di quali azioni sta parlando?

Da "persona delle istituzioni" come si definisce sta calpestando le istituzioni del partito di cui fa parte (coordinatore cittadino e provinciale). Convoca riunioni a nome di Forza Italia senza rispettare gli organi competenti del partito.

Ma lei non crede che ci sia una strategia politica dietro?

La verità è semplice non c'è alcuna strategia, ma ci sono solo decisioni poco lucide.

Cosa pensa che accadrà?

Pino Federico farà le sue liste fuori da forza Italia.

Cosa farà la Bartolozzi?

Da esponente del nostro partito dovrebbe far votare Forza Itala e da donna delle istituzioni rispettare le decisioni degli organi di partito. Questa la decisione più logica. Ma temo invece che sosterrà i consiglieri uscenti, ignorando il gruppo che ha contribuito alle ultime due competizioni elettorali. Pervenendo alla vittoria dell'onorevole Mancuso alle Regionali e contribuendo alla sua stessa elezione alla Camera, portando il partito al massimo consenso in città e in provincia.

Giusy Bartolozzi. E se alla fine fosse quello il nome capace di mettere tutti (o quasi) d’accordo? Forza Italia potrebbe convergere sul nome dell’ex magistrata eletta a Montecitorio. Una sorta di all-in per superare le lacerazioni attuali e mirare all'unità, anche parziale, della coalizione, capace di dare grosse chance per la vittoria finale. Quantomeno per il ballottaggio. La deputata stamattina ha presieduto un incontro di coalizione, almeno dei gruppi rappresentati nel parlamento regionale. C’erano lei ed Emanuele Maniscalco per Forza Italia.

Ripristinare gli stalli di sosta ormai scoloriti riservati ai diversamente abili e realizzarne alcuni nei pressi di scuole e luoghi di culto.

Pagina 1 di 800