Gela: il Tar Sicilia respinge il ricorso di Messinese contro la mozione di sfiducia. Nessun «ribaltone», in municipio rimane il commissario Featured

Lunedì, 29 Ottobre 2018 16:43 Written by  Published in Politica

Nessun «ribaltone» in Municipio, dove resta con pieni poteri il commissario straordinario fino a nuove elezioni. Lo ha deciso il Tar Sicilia tra l'attesa dei consiglieri anche se a sensazione il verdetto sembrava scritto.

Respinto il ricorso che l'ex sindaco, Domenico Messinese, aveva depositato il 18 settembre scorso alla cancelleria del Tar. Nelle quattro pagine di ordinanza i magistrati esprimono quanto segue:

«Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia (Sezione Prima), Respinge la domanda cautelare. Compensa le spese della presente fase cautelare. La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. Così deciso in Palermo nella camera di consiglio del giorno 25 ottobre 2018 con l'intervento dei magistrati: Calogero Ferlisi, Presidente, Giovanni Tulumello, Consigliere, Estensore Sebastiano Zafarana, Primo Referendario».

Messinese aveva chiesto l'annullamento, previa sospensione dell'efficacia, della delibera del Consiglio Comunale n. 89 del 7 settembre 2018 avente ad oggetto “Mozione di sfiducia al Sindaco”.

I poteri di sindaco e anche quelli che nella gestione ordinaria fanno capo alla giunta e al consiglio comunale continueranno a essere esercitati dal commissario straordinario, Rosario Arena, nominato dal presidente della Regione il 13 settembre scorso.

(CLICCA QUI per scaricare l'ordinanza del Tar).

Last modified on Lunedì, 29 Ottobre 2018 19:06
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.