Butera: «Vi dico tutto su azzeramento e rimpasto della Giunta». Balbo in esclusiva a Today24: «Dovevo farlo, serve presenza ed entusiasmo» Featured

Mercoledì, 26 Settembre 2018 17:34 Written by  Published in Politica

La domanda è: «Ma se la nuova Giunta doveva essere uguale alla vecchia, perché azzerarla?» A risponderci è il sindaco di Butera, Filippo Balbo, all'indomani della sua scelta. Già, la nuova griglia che, prima di conoscere la risposta del sindaco, è bene ricordare. Quindi, stop, rewind:

Ignazio Giuliana va all'Agricoltura, Politiche sociali, Finanza e Tributi, Manutenzione, Igiene e Sanità; Giusy Pisano, che sarà vicesindaco, assume le deleghe di assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica, Servizi cimiteriali, Protezione civile, Pubblica istruzione e Cultura; Gaetano Zaffonte avrà lo Sport, Turismo e Spettacolo, Ambiente, Sagre e Rapporti con associazioni.

Sindaco, perché?

«La risposta è molto semplice - dice - e ritengo sia corretto tornare a qualche giorno indietro, a quando cioè ho deciso di azzerare. Eravamo andati un po' in affanno su alcuni punti dell'azione politica. Il piano spiagge, la videosorveglianza, ad esempio. Avevamo appena ricevuto la comunicazione di un altro contenzioso, con le officine Enel. Ho ritenuto non più rinviabile la necessità di un chiarimento. Serviva nuovo impulso. Ecco perché ho azzerato la giunta».

Ma poi ha rimesso tutti al loro posto, o quasi...

«Serviva un passaggio - argomenta Balbo - con tutti i gruppi leali, ai quali ho posto un quesito semplice: con quali  persone ed energie intendessero ripartire. Loro hanno indicato gli stessi nomi, suggerendo però una rotazione delle deleghe, anche in base alle inclinazioni personali e alle competenze dei singoli assessori. E così sono stato consequenziale. Per me era un passaggio importante, che ho voluto estendere ai consiglieri comunali che devono essere coinvolti maggiormente nell'azione amministrativa. Uno scollamento tra  Giunta e Consiglio può creare rallentamento. Ritengo che l'aula sia il parlamentino di una città. E in questa fase ho ricevuto grande disponibilità dai consiglieri».

Ma allora, se l'armonia c'era, se l'appoggio dei consiglieri era chiaro e gli assessori erano buoni... perché? La domanda torna come una cambiale scaduta. E noi non possiamo che riavvolgere il nastro. Stop, rewind.

Sindaco, perché?

«Eravamo - dice - un po' appannati, avevamo perso slancio. Forse troppe cose erano state demandate al sindaco e il sindaco non ce l'avrebbe potuta fare mai da solo. Spero che questo segnale possa motivare di più gli assessori, affinché siano maggiormente presenti. Perché è con la presenza che si amministra. E nessuno può essere meno presente del sindaco. L'azione dev'essere efficace e condivisa da tutti».

Balbo ha tenuto per sé due deleghe cruciali: Sviluppo economico e Risorse umane.

Anche i questi settori, come negli altri, serve massimo impegno, il sindaco lo sa. Per questo ha forzato la mano con gli alleati. Sa che occorre scandire il tempo. Perché Butera, con le sue difficoltà e i suoi problemi, non può più attendere.

Last modified on Mercoledì, 26 Settembre 2018 17:45
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.