Gela: Reddito di cittadinanza, beneficiari chiamati a svolgere lavori socialmente utili otto ore a settimana. Interrogazione della Lega Featured

Domenica, 29 Settembre 2019 18:45 Written by  Published in Politica

I beneficiari del Reddito di Cittadinanza potrebbero presto essere chiamati da Comune per svolgere lavori di pubblica utilità. Lo prevede la legge (articolo 4, comma 15 del decreto) e lo sollecitano i consiglieri comunali della Lega, Emanuele Alabiso e Giuseppe Spata.

«La norma - scrivono in un'interrogazione che approderà in aula consiliare martedì - prevede l’obbligo che i beneficiari del reddito di cittadinanza sono tenuti a offrire la propria disponibilità per lavori di pubblica utilità, utili alla collettività, in ambito culturale, sociale, artistico e ambientale, per 8 ore a settimana. Considerato che in provincia sono state accolte 5.024 domande e che il 30 per cento di esse ricadono sul territorio di Gela e che in città persiste uno stato di degrado, dovuto ai mancati diserbamenti delle aeree verdi di proprietà del Comune e che vi sono lavori effettuati a singhiozzo che di certo non possono sopperire alla quantità di erbacce che hanno invaso la città nuocendo sull’immagine del decoro della stessa, chiediamo e interroghiamo per sapere se questa amministrazione ha intenzione di voler usufruire di questo strumento che il Governo a messo a disposizione. E se si è già a conoscenza del numero di persone da poter utilizzare».

Una seconda interrogazione è stata trasmessa con riferimento ai lavori sul lungomare e viale Indipendenza.

«La Regione Siciliana - premettono Spata e Alabiso - ha finanziato dei lavori di ristrutturazione delle mura perimetrali del parco archeologico di Gela. I suddetti lavori sono iniziati già l’estate del 2018. Considerato che per quando riguarda la recinzione che costeggia tutto il lungomare si sono fermati a gennaio del 2019 mentre quelli di viale Indipendenza sono fermi da maggio. E che, da gennaio a oggi, nel nostro lungomare persistono per circa un chilometro transenne in Pvc di colore arancione ormai in cattivo stato e non rette dai supporti, e che gli stessi supporti sono aste in ferro ormai prese di ruggine, appuntite e pericolose per i cittadini; che tutto questo ha prodotto solo una brutta immagine del nostro lungomare oltre a limitare i posteggi, scriviamo e interroghiamo per sapere se questa amministrazione ha intenzione di voler far accelerare i lavori di completamento, ovvero, se intende sollecitare la rimozione delle suddette transenne».

Last modified on Lunedì, 30 Settembre 2019 08:07
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.