Gela: «Stop al “Bullismo” istituzionale». I consiglieri di opposizione attaccano l’atteggiamento della maggioranza pro – Greco, «In aula è sparito il dibattito democratico» Featured

Venerdì, 12 Luglio 2019 10:05 Written by  Published in Politica

La tenuta granitica della super maggioranza a sostegno del sindaco Lucio Greco non sembra spaventare il gruppo di minoranza che, dopo aver preso le misure nelle prime sedute di consiglio comunale, inizia a fare opposizione convinta.

Dopo l’attacco sull’avvio del servizio di sosta a pagamento e sull’interruzione del servizio di trasporto disabili, i consiglieri di opposizione tornano a far sentire la propria voce, per commentare gli esiti dell’ultimo consiglio monotematico, richiesto dalla minoranza per fare il punto sulla situazione economico finanziaria dell’ente e sonoramente bocciato dal nutrito drappello politico dei Pro – Greco che non hanno esitato a bollare la seduta di martedì come una «seduta inutile». Un consiglio che in realtà era stato chiesto dal drappello d’opposizione per lanciare un atto d’indirizzo per il risparmio delle somme comunali e che invece non ha superato lo scoglio della maggioranza che lo ha bocciato in blocco. Un presunto atteggiamento di superiorità che non è piaciuto affatto ai consiglieri d’opposizione, che hanno deciso di denunciare compatti una sorta di «bullismo» istituzionale che starebbe chiudendo nell’angolo l’opposizione. Un atteggiamento muscolare che di fatto non lascerebbe spazio al confronto democratico e che sicuramente si è inasprito dopo la presentazione del ricorso da parte dei consiglieri di centrodestra. Ma adesso l’opposizione ha deciso di dire basta ad ogni sorta di prepotenza e risponde con una nota alle ultime accuse dei consiglieri di Greco. «La seduta di consiglio comunale - scrivono in una nota a firma degli esponenti di “Avanti Gela”, Fratelli d’Italia, Lega e Udc, della grillina Virginia Farruggia e dell’indipendente Paola Giudice - è stata resa “inutile” dai colleghi di maggioranza che, arroccandosi su posizioni preconcette, non hanno inteso partecipare al dibattito preferendo piuttosto astenersi dal proporre modifiche o integrazioni all’atto di indirizzo proposto da noi consiglieri di minoranza – continuano – è bene chiarire alla città che non si trattava di un atto blindato, ma si è detto chiaramente che, come minoranza, eravamo aperti al confronto su eventuali integrazioni provenienti dai consiglieri di maggioranza e ciò con l’esclusivo fine di lavorare per il bene della città». Da lì in poi la nota continua evidenziando gli atti di prepotenza politica a cui sarebbero stati sottoposti finora tutti i consiglieri di opposizione. Una vera e propria “dittatura” di maggioranza a cui i consiglieri hanno deciso di dire basta sin da subito, lanciando nuove proposte per garantire nuove fonti di risparmio al Comune. «Seppure ormai lanciatissimi sulla strada dell’autarchia e del rifiuto del dibattito democratico – dicono – teniamo a precisare agli illustri consiglieri di maggioranza le nostre proposte per un risparmio vero per le casse comunali, suggerendo al presidente del consiglio di farsi parte attiva per convocare i consigli ordinari nelle ore mattutine; invitare i presidenti delle commissioni a convocare le sedute a conclusione dei loro orari lavorativi, così da far risparmiare al Comune un oneroso rimborso; di non applicare la nuova normativa regionale che prevede due nuovi assessori, che però non graveranno sulla Regione ma sui costi del Comune e sarà il sindaco a ritagliare da altre voci di bilancio i soldi necessari a pagare i loro stipendi, a meno che non voglia rinunciare alle nuove nomine visto che la legge parla di facoltà e non di obbligo. Infine si potrebbe sensibilizzare qualche consigliere comunale non residente in città, a rivedere la propria posizione per evitare un oneroso rimborso che peserà tantissimo sulle casse comunali».

Last modified on Venerdì, 12 Luglio 2019 11:48
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.