Gela: «Nel centrodestra preparano il ricorso» ma nessuno conferma l'ipotesi. Cresce l'eco dei rumors. Spata: «Al momento posso garantire che si tratta solo di voci»

Mercoledì, 05 Giugno 2019 21:00 Written by  Published in People

Sulle recenti Amministrative che, al ballottaggio, hanno incoronato sindaco Lucio Greco ai danni del leghista Giuseppe Spata, potrebbe pendere l’ombra di un ricorso che rischia di mettere in discussione l'esito del voto. Rumors che filtrano da fonti molto addentro alla coalizione di centrodestra riferiscono di presunte «irregolarità nella raccolta delle firme» di diverse liste in occasione del primo turno del 28 aprile.

Secondo le voci che in questo momento stanno agitando gli ambienti politici, diverse liste avrebbero raccolto le firme necessarie in mancanza della lista completa dei candidati, cosa che comporterebbe una violazione della documentazione necessaria all’ammissione alla competizione elettorale. Qualora il ricorso venisse realmente presentato e il Tar dovesse certificare la violazione, gli esiti potrebbero essere diversi, dalla esclusione delle liste “incriminate” dalla competizione elettorale, con successivo riconteggio dei voti all’annullamento totale del voto con rinvio a nuove elezioni. Un vero e proprio terremoto che di fatto sconvolgerebbe gli attuali equilibri politico – amministrativi della città. Voci non confermate parlerebbero di un fascicolo di oltre 50 pagine che raccoglierebbe prove documentali, filmati e testimonianze raccolte durante il periodo elettorale all’interno dell’ufficio preposto alla validazione delle liste.

Al momento sono solo ipotesi. Ma qualche indizio, qua e là, sta saltando fuori.

Come, ad esempio, la richiesta di accesso agli atti formulata proprio in questi giorni dal candidato leghista Spata.

«È vero - riferisce l'interessato, raggiunto telefonicamente - c’è stata una richiesta di accesso agli atti ma per documenti che nulla hanno a che fare con il ricorso. Al momento posso garantire che si tratta solo di voci – rimarca – personalmente non ho parlato con nessuno dell’eventualità di presentare alcun ricorso, né ad oggi c’è alcuna volontà di farlo».

Venerdì 14 giugno prossimo intanto scadrà l’ultima data utile per presentare un eventuale ricorso. Entro quella data il mistero verrà svelato e si capirà se quelle di oggi sono solo voci o se le Amministrative avranno una lunga coda giudiziaria.

Last modified on Mercoledì, 05 Giugno 2019 21:01
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.