Gela: si accende la Fiamma Tricolore, inaugurata ieri la nuova sede. Minardi commissario provinciale, Cagnes guiderà il circolo locale Featured

Domenica, 02 Giugno 2019 11:51 Written by  Published in Politica

Arrivano alla spicciolata da ogni parte della Sicilia e s’infilano nella porticina d’ingresso del nuovo circolo Fiamma Tricolore. Sulla scaletta metallica campeggia l’immancabile bandiera italiana, che un Ponente dispettoso prende a schiaffi con le sue folate intense.

Arrivano e si abbracciano, si ritrovano.

«Benvenuto, camerata».

Parole e gesti che affondano le radici nel Ventennio. Vezzi che ancora possono suscitare condanna o derisione. Ma loro tirano dritto e rispondono con le parole del loro padre politico, Giorgio Almirante: «Noi siamo caduti e ci siamo rialzati, E se l’avversario irride alle nostre cadute, confidiamo nella nostra capacità di risollevarci».

Parole scolpite su una parete del circolo della Fiamma di Gela. Intitolato ieri proprio ad Almirante. Uno che, da queste parti, suscita ancora un groppo alla gola per l’emozione. Possiamo criticarli, dileggiarli per le loro radici. Quando, però, si tratta di affondare gli artigli nei problemi, nei temi caldi dell’agenda politica locale, non possiamo non riconoscere a questi militanti un patos e una passione fuori dal comune.

«Non siamo – dice Gaetano Minardi, commissario provinciale della Fiamma – quelli che salgono sul bus del vincitore. Non ci interessano i cambi di casacca. Questi eravamo prima, questi siamo adesso».

Nelle sue parole una critica forte e per nulla velata a chi, pur definendosi di Destra, in questi anni ha abbracciato di tutto: da Crocetta al Populismo, dai sovranisti al Nazareno.

«E mentre questa gente fa questi giochetti – dice ancora Minardi – le opere pubbliche si ammalorano, invecchiano o vengono vandalizzate. È il caso del caso del kartodromo, dei palasport. Ma vogliamo puntare l'attenzione anche sulle infrastrutture. Come la Siracusa - Gela, che porterebbe sviluppo».

Al tavolo della presidenza oltre a Minardi, siedono Mario Settineri, segretario regionale del movimento, Francesco Cagnes, commissario cittadino e Pino Manoli, coordinatore provinciale di Catania. Minardi annuncia anche la imminente nascita di una “fondazione”, una struttura politica che possa spendersi nell’organizzazione di studi, convegni e iniziative per la collettività. A presiederla sarà un altro storico militante: Giovanni Smecca. Manco a dirlo, anche quella sarà intitolata ad Almirante. Presto ci sarà la presentazione e quel giorno i militanti sperano di poter riabbracciare la prima lady della Destra: donna Assunta Almirante.

La vorrebbero in città per una grande festa. E solo all’idea i loro occhi brillano, nel loro petto batte forte il cuore.

Last modified on Domenica, 02 Giugno 2019 13:25
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.