Niscemi: piccoli reporter crescono, progetto «Paese che Vai» all'Istituto comprensivo. Bambini alla scoperta di chiese, monumenti e tradizioni e prodotti tipici

Martedì, 21 Maggio 2019 18:02 Written by  Published in People

Alunni della scuola dell’infanzia dai 3 ai 4 anni dell’Istituto comprensivo per la prima volta “Reporter” alla scoperta della storia della città, delle piazze, delle chiese, del Belvedere, dei luoghi di incontro, delle tradizioni religiose e popolari, dei prodotti tipici locali, dei personaggi illustri, dei beni culturali, della Sughereta e del territorio. 

Si tratta di un progetto scolastico extracurriculare denominato “Paese che vai” che con la guida delle insegnanti Sabina Di Pasquale e Gaetana Sentina, hanno svolto gli alunni della scuola dell’infanzia della sez. M dell’Istituto comprensivo diretto dalla professoressa Licia Salerno (nella foto insieme alle insegnanti ed agli alunni). Una città Niscemi, ricca di sorprese ed ancora tutta da esplorare per i piccoli alunni dell’Istituto comprensivo, i quali per raccontarla, l’hanno visitata e realizzato dei disegni lavorando in gruppo e fino ad avere creato mettendoli insieme una sorta di “Guida” intitolata appunto “Paese che vai”, immaginando che la stessa possa essere utilizzata da bambini turisti per la prima volta in visita a Niscemi.

Con la realizzazione dei disegni, gli alunni hanno raccontato la città vista con i loro occhi e attraverso esperienze dirette, concrete e coinvolgenti. Con l’attività, gli alunni hanno imparato a conoscere ed a valorizzare tutti gli aspetti della città, nonchè a sperimentare l’attaccamento e l’interesse per i luoghi in cui vivono, in modo da sviluppare un sentimento di appartenenza al territorio. Ovviamente il testo della “Guida” per “bambini turisti” è frutto delle ricerche delle insegnanti. La “Guida”, contiene i disegni e la descrizione dello stendardo di Niscemi, della collina, della scuola, della biblioteca e del Palazzo comunale, di donna Giovanna Branciforte, della piazza, delle chiese barocche, del Santuario della Madonna del Bosco, del Belvedere, delle principali feste religiose e popolari, dei prodotti tipici, del Museo Civico, degli antichi mestieri artigiani, del Giardino dello ngegno dedicato a Leonardo da Vinci, della Piana di Gela abitata da Cicogne bianche, della Sughereta e dei carciofi che costituiscono il cuore dell’agricoltura e dell’economia della città.

Last modified on Martedì, 21 Maggio 2019 18:16
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.