Gela: presidenza del consiglio e assessori, primi test per la maggioranza del sindaco Greco. Ballano i nomi di Sammito, Cascino e Morselli Featured

Domenica, 19 Maggio 2019 12:30 Written by  Published in Politica

Una settimana dopo la notte del ballottaggio, che ha sancito la vittoria di Lucio Greco e del suo Progetto Civico, niente è ancora definito se non la carica di primo cittadino, conquistata per l’appunto dall'avvocato al secondo tentativo, dopo quello non andato in porto nel 2015. Non c’è ancora l’ufficialità degli eletti in Consiglio Comunale, la Commissione elettorale è ancora al lavoro e potrebbe sciogliere le riserve già domani mattina.

Resta ancora in ballo il dilemma “14 o 15”, che ha accompagnato questa coda di elezioni fin dal 28 aprile. Saranno quattordici o quindici i consiglieri che verranno assegnati alla maggioranza di Greco? Ad oggi rumors di corridoio racconterebbero dell'orientamento della Commissione di accodarsi a quanto già stabilito al Comune di Caltanissetta e suffragato dalle sentenze di diversi Tar. L’orientamento sarebbe quello dei 15 seggi. Ma il dubbio non è certo di poco conto. Una eventuale - improbabile - scelta della commissione per l’opzione “14”, cambierebbe anche gli equilibri della costruenda Giunta Greco che difficilmente verrà ufficializzata con tutti e cinque i nomi designati prima del voto. L’opzione “14” infatti terrebbe fuori l’ex Dem Romina Morselli che, a quel punto, potrebbe legittimamente aspirare a un seggio in Giunta. Spazio che al momento reclamerebbero anche le diverse anime di “Azzurri per Gela”, con Mancuso che dopo aver già piazzato Nadia Gnoffo spingerebbe per un secondo nome forzista e con Peppe Di Dio che, forte del suo capitale voti, chiederebbe altrettanto. Un riconoscimento che in teoria chiederebbe anche “Una Buona idea” che, considerato l’ottimo risultato elettorale, non si accontenterebbe del solo Terenziano Di Stefano nell'esecutivo. 

Più defilato al momento, ma sicuramente non fuori dai giochi il Pd che, sebbene non abbia indicato alcun nome inizialmente, difficilmente resterà a mani vuote. Considerato anche il posto teorico da assegnare al Popolo della Famiglia, non è difficile immaginare che Greco dovrà fare un po’ di spazio nell’attuale formazione di Governo. Rumors interni alla maggioranza indicherebbero già in uscita l’avvocato Florinda Iudici e il primario di pediatria Rosario Caci, che verrebbero sacrificati sull’altare del Manuale Cencelli. In uscita potrebbe esserci anche Salvatore Sammito, il più suffragato della lista Un’altra Gela, che non ha mai fatto mistero di ambire alla poltrona di Presidente del Consiglio Comunale. Ma Sammito non è l’unico che mira allo scranno più alto dell’aula. Con lui tra i papabili anche il compagno di lista Giuseppe Morselli e il musumeciano Enzo Cascino, eletto nelle fila di “Azzurri per Gela”.

La sensazione - comunque la si legga - è che la Presidenza del Consiglio, nonostante alcuni isolati appelli dell’opposizione, pro Spata o a favore del più votato, Gabriele Pellegrino, sarà un affare che si giocherà tutto all’interno della coalizione che ha vinto le elezioni, così come conferma lo stesso Terenziano Di Stefano, l’unico al momento intoccabile della Giunta e che dovrebbe ricoprire anche il ruolo di vicesindaco.

«Ne parleremo sicuramente nei prossimi giorni – dice Di Stefano – e valuteremo le proposte che ci sono arrivate dai consiglieri di maggioranza. La mia opinione è che il Presidente debba essere scelto tra chi ha già avuto un esperienza pregressa in consiglio,per consentire all’assise civica di poter lavorare ale meglio».

Di Stefano dunque traccia un preciso identikit che non travalica i confini della coalizione vincente, ma fa anche una piccola apertura all’opposizione: “Dovremo sicuramente valutarne le condizioni – dice – ma non è escluso che ci si possa sedere a un tavolo per garantire all’opposizione la vicepresidenza e anche la presidenza di alcune commissioni”.

Last modified on Domenica, 19 Maggio 2019 16:32
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.