Niscemi: un secolo di vita, grande festa per nonna Lucia. Megatorta per la splendida centenaria attorniata dai familiari e dalla sorella Giuseppa, 102 primavere

Martedì, 12 Marzo 2019 12:50 Written by  Published in People

Cento candeline per nonna Lucia Di Giovanni. La longeva nonnina è nata il 6 marzo del 1919 e poiché mercoledì è coinciso con la ricorrenza del giorno delle ceneri che segnano l’inizio della Quaresima, ha preferito e chiesto ai figli, di rinviare i festeggiamenti del suo centesimo compleanno.

Un prestigioso traguardo per nonna Lucia Di Giovanni, vedova di Di Corrado Salvatore, madre di 6 figli (Francesca 69 anni, Maria 68 anni, Pino 67 anni, Salvatore 65 anni, Tanina 62 anni e Vincenza 59 anni), nonna di 15 nipoti, bisnonna di 24 pronipoti e 2 volte anche trisavola. Ma non è tutto. Nonna Lucia, festeggiata dai suoi familiari, parenti e vicini di casa, per la centesima candelina che ha spento sulla megatorta, ha anche una sorella di 102 anni, Giuseppa ed un fratello di 88 anni, Ignazio. Gli altri due fratelli, la nonnina centenaria, che è nata subito dopo il primo conflitto mondiale, li ha persi in una tragedia verificatasi nel giugno del 1942, durante la seconda guerra mondiale. Si chiamavano Francesco e Salvatore, rispettivamente di 18 e 21 anni, i quali persero la vita nella Piana di Gela mentre mietevano il grano, poiché colpiti mortalmente dalle schegge di un’esplosione di una bomba sganciata da un aereo tedesco in picchiata. Due fratelli che la donna centenaria non ha mai dimenticato poiché all’epoca, la tragedia segnò molto la sua famiglia. Un altro fratello di nonna Lucia Di Giovanni, Giacomo, faceva parte di un reggimento di Alpini e venne fatto prigioniero dai tedeschi e poi liberato con la fine della seconda Guerra mondiale.

Tempi duri e difficili di cui l’anziana centenaria è ancora testimone vivente di un secolo di storia caratterizzata dalla seconda Guerra mondiale, dall’avvento e dalla caduta del Fascismo, dalla Resistenza, dalla fine della Monarchia dei Savoia e dall’Era Repubblicana, fino ad oggi. Nonna Lucia Di Giovanni, si sposò all’età di 28 anni e con il marito emigrò per lavoro in Germania. Nel 1971 rientrò in città insieme ai figli ed al marito, poiché trovò lavoro come agricoltore.

L’anziana centenaria è stata festeggiata con un pranzo in un locale della città dai suoi figli, dai generi, dalle nuore, dai suoi nipoti e pronipoti ed anche presso la Parrocchia «Sacro cuore di Gesù» con un rinfresco nel salone della chiesa e dove il parroco don Giuseppe Cafà, ha celebrato la messa serale con la partecipazione della nonnina centenaria e dei suoi familiari. Nonna Lucia, che ha ricevuto anche un omaggio floreale dal sindaco Massimiliano Conti ed una copia del suo certificato di nascita incorniciato, ricorda ancora perfettamente le tabelline ed ha detto che il segreto della sua longevità è quello di un’alimentazione a base di poca carne e di tanta frutta e verdura.

Last modified on Martedì, 12 Marzo 2019 12:55
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.