Gela: D'Aleo l'alternativa di centrodestra? Avanza l'ipotesi di una candidatura dell'ex assessore, sostenuto dall'onorevole Federico Featured

Mercoledì, 27 Febbraio 2019 19:52 Written by  Published in Politica

L'ultima mossa a effetto tirata dal cilindro di quella volpe che risponde al nome di Pino Federico è quella di gettare sul tavolo un nome che potrebbe unire diversi big della galassia centrista: Peppe D'Aleo.

L'ipotesi di una candidatura dell'ex assessore alla Polizia Urbana, è saltata fuori con i crismi dell'ufficiosità soltanto ieri sera, ma pare fosse meditata da tempo. Visto, però, lo stallo di questi ultimi giorni sia sul suo stesso nome che su quello dell'ex capogruppo Salvatore Scerra, l'ex presidente della Provincia ha speso la sua ultima e forse più importante fiche, attorno alla quale costruire un consenso largo. Là per là poteva sembrare una provocazione e invece la candidatura di D'Aleo, 53 anni, avvocato penalista, sembra prendere quota in queste ultime ore. E guarda al "polo dei moderati". La conquista del centro, infatti, rimane decisiva. E al di là delle alleanze più o meno ventilate nelle segreterie cittadine o ai tavoli dei bar a oggi nessuno ha ancora deciso, pochi hanno le idee chiare.

Le chiacchiere invece traboccano. E si va alla media di una riunione l'ora, da una parte all'altra della città, con leader e candidati in pectore che incontrano potenziali alleati o cercano (come accaduto nel pomeriggio) di avvicinare e convincere big la cui convivenza sotto lo stesso tetto appare difficile. Come nel caso di Federico e dell'avvocato Lucio Greco, che non riescono a raggiungere un'intesa. La partita, infatti, è ancora quella. E i due uomini politici sembrano sempre più lontani.

Partita a scacchi, complessa. Con anche gli altri gruppi pronti a far sentire il loro peso.

I "centristi", al di là di ventilate ipotesi di accordo ieri con Greco, oggi con la Lega, stante alle dichiarazioni ufficiali, sono pronti a sedere al tavolo indetto dall'onorevole Mancuso (a proposito, salta?). Poi c'è da considerare il cosiddetto «listone», un arcipelago di esponenti più o meno inquadrabili in Energie per l'Italia, Progetto Gela, Popolo della Famiglia e Sicilia Futura, che sentite varie campane non sembrano ancora decisi. E potrebbe scapparci il colpo a effetto, ovvero, l'appoggio a D'Aleo.

C'è anche da considerare la posizione di Enzo Cirignotta, poco incline a rinunciare alla sua candidatura e ancor meno a sostenere Lucio Greco. La soluzione di un alleanza di programma con Federico a oggi non può essere scartata. 

È l'avvocato Greco? Il fondatore di Un'Altra Gela, ha blindato la propria candidatura, sostenuta dalle liste del Progetto Civico. Il suo gradimento, proporzionale alle sue chance di ballottaggio, potrebbe crescere ulteriormente nelle prossime ore, qualora altre forze di centrodestra (ma anche di altre aree della politica locale) decidessero - come sembra - di appoggiarlo.

Poi c'è il centrosinistra. Guai a sottovalutare il gigante rosso, nella rossa Gela.

Il Pd, accreditato di avere una lista dalle grandi capacità di consenso, si guarda la partita senza scartare alcuna ipotesi. Potrebbe decidere di virare su Melfa. Melfa, D'Aleo o terza via (Speziale, andando da soli), nessuno ancora è in grado di leggere in quelle pieghe, anche se si ha la sensazione che quella in corso possa essere la settimana cruciale.

Last modified on Mercoledì, 27 Febbraio 2019 23:38
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.