Niscemi: vittime del terremoto del 1693, stasera solenne celebrazione commemorative in chiesa Madre per ricordarle

Venerdì, 11 Gennaio 2019 13:23 Written by  Published in People

Solenne celebrazione commemorativa stasera alle 18.30 in chiesa Madre, di cui è parroco don Massimo Ingegnoso, in memoria degli «schiacciati», le vittime del terremoto che l’11 gennaio del 1693 causò nella Sicilia orientale circa 60 mila morti.

Il terribile sisma, indusse all’epoca le popolazioni di vari Comuni dell’hinterland a chiedere con intensi sentimenti di fede protezione ai propri Santi Patroni.Ed a Niscemi come per miracolo, il movimento tellurico non causò infatti vittime, ma soltanto lesioni e crolli di mura di abitazioni.Una vera e propria grazia di protezione ricevuta, che la popolazione del tempo attribuì alla Patrona «Maria Santissima del bosco».

Il sacro quadro della Madonna infatti, lunedì così come è tradizione religiosa e popolare, è stato traslato in processione dal Santuario di cui è parroco don Gaetano Condorelli, alla chiesa Madre, proprio per la ricorrenza della commemorazione delle vittime del terremoto dell’11 gennaio del 1693.Il sacro dipinto si trova esposto da lunedì in chiesa Madre alle venerazione dei fedeli, i quali stasera alle 18.30 parteciperanno unitamente alle Autorità cittadine ed al sindaco Massimiliano Conti alla solenne celebrazione commemorativa degli “schiacciati” che persero la vita a causa del terremoto e sotto le macerie.

Oggi alle 15 saranno suonate le campane della città per ricordare proprio le vittime del terremoto.Prima della messa solenne, è in programma in chiesa Madre la recita del rosario ed alle 18.30 avrà inizio la celebrazione Eucaristica solenne presieduta da vari sacerdoti della città e che comprende la tradizionale «prerica re scacciati».La processione di rientro del sacro quadro della Madonna del bosco dalla chiesa Madre al Santuario è prevista domenica alle 17.30.

Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.