Ieri pomeriggio un poliziotto del Commissariato di Gela, libero dal servizio, è intervenuto in corso Salvatore Aldisio inseguendo e immobilizzando un giovane resosi responsabile, pochissimi istanti prima, di uno scippo perpetrato ai danni di un’anziana donna settantenne.

Incidente stradale sulla statale 626, nei pressi di contrada «Judeca» nel tratto che conduce a Gela.

Negli anni Sessanta, e qualche decennio dopo, si è posto il problema di non chiudere o restringere la carreggiata di Corso Vittorio Emanuele in concomitanza della costruzione di due palazzi prospicienti lo stesso Corso, prima quello del Banco di Sicilia e poi l’altro di fronte via Morso, stradina attigua alla piazzetta della palma. 

Quindici persone sono state arrestate con l’accusa di istigazione a commettere delitti in materia di terrorismo, associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e al contrabbando di tabacchi lavorati esteri, ingresso illegale di migranti nel territorio nazionale ed esercizio abusivo di attività di intermediazione finanziaria.

Un altro bar devastato dalle fiamme, ancora una notte da incubo sul fronte dell'ordine pubblico in città. Malgrado gli arresti, le operazioni di Polizia e Carabinieri, la mala non si ferma. 

Ore 17.30, Catania si ferma per un allarme bomba in piazza Roma. Ieri ricorreva il 35° anniversario dell'omicidio di Giuseppe Fava. Solo che durante le celebrazioni è stata avvistata una valigia sospetta.

Dramma a causa del maltempo e della neve presente in strada, condizioni meteo avverse che hanno messo il crisi anche il sistema dei soccorsi.

Carcere confermato per il boss Francesco Cammarata, 57 anni di Riesi, già detenuto al carcere duro, a capo dell'omonimo sodalizio mafioso. I giudici del Tribunale della Riesame invece concesso i domiciliari a Maria Sciacchitano, di 57 anni, moglie del capomafia. Solo obbligo di firma per i figli Teresa e Giuseppe Cammarata di 29 e 23 anni.

Un auto è finita in testa coda, oggi intorno allee 13 sulla strada statale 115 Gela – Licata, innescando una carambola che ha coinvolto tre autovetture. Lo schianto è avvenuto nel tratto Roccazzelle - Falconara, all'altezza del chilometro 255, tra le curve di «Borgo Manfria».

«Caro sindaco, la presa di posizione contro il cosiddetto Decreto Sicurezza, del sindaco di Palermo Leoluca Orlando, pone finalmente non una ma tante questioni, devastanti per la democrazia, che quel Decreto contiene e, speriamo, sposta altrove la centralità della discussione politica, fino ad ora totalmente appannaggio di leghisti e populisti».