Una delegazione di Diventerà Bellissima ha incontrato l'Assessore regionale al Turismo e Spettacolo Sandro Pappalardo per esporre le criticità del territorio.

Colpi d'arma da fuoco contro un furgone lasciato in sosta in strada, in zona viale Gori, sarebbero stati esplosi nella notte a Niscemi. Massimo il riserbo sull'accaduto, la Polizia ha aperto un fascicolo contro ignoti, riferendo alla Procura.

Prosegue l’attività della Polizia di Stato nell’ambito del progetto “Scuole Sicure che ieri ha visto gli agenti impegnati in alcuni istituti del capoluogo, ma l'iniziativa potrebbe essere estesa anche alle altre città della provincia.

Due ordinanze a firma del sindaco, Massimiliano Conti, sono state emanate ieri e intervengono nel difficile campo del settore delle slot machine e videogiochi e per vietare la vendita di bevande alcoliche in vetro o in latta durante i fine settimana.

Un'autovettura Fiat «500» è stata danneggiata da un incendio avvenuto ieri sera, intorno alle 21.30, a Settefarine.

Vite salvate, tre storie che ci ricordano - e lo ricordano a chi ci governa, qualora ve ne fosse il bisogno - l'importanza dell'ospedale «Suor Cecilia Basarocco», un ospedale strategico per posizione geografica e bacino di utenza. Ma affinché sia efficiente è necessario che abbia medici e infermieri in numero sufficiente, e non sempre ciò accade.

Colpaccio di Carabinieri e Guardia di Finanza, impegnati in un giro di perquisizioni e indagini conseguenti agli eventi delittuosi dello scorso ottobre, che avevano visto la città colpita duramente con attentati incendiari e vari reati.

Le perquisizioni hanno riguardato la regolarità del lavoro presso tre esercizi commerciali appartenenti o, comunque, gestiti da personaggi legati alla criminalità organizzata locale. Durante uno dei blitz è stato rinvenuto un «tesoretto»: 110 mila euro in banconote di vario taglio, impacchettate e accuratamente occultate. Somma che gli investigatori ritengono - almeno in parte - frutto di redditi effettivamente percepiti, ma non dichiarati al fisco, conseguenti ad attività irregolarmente prestate sul territorio nazionale.

Cataste di materiale edile, idraulico e ferroso in abbandono nell'area del depuratore di Macchitella. Il faro della Guardia Costiera nei giorni scorsi si è puntato sull'area del depuratore, nel corso di indagini condotte su delegata dalla Procura. I controlli si sono stati eseguito congiuntamente al personale dell'Arpa di Caltanissetta.

Una coppia di coniugi, lui 43 anni, lei 39, è stata denunciata a piede libero con l'accusa di furto aggravato di un telefono cellulare.

Sono stati identificati dalla Polizia i presunti autori dell'intrusione nel cortile del Palazzo di Giustizia, avvenuta domenica sera. I loro volti erano già stati immortalati dalle telecamere di sorveglianza del Tribunale. Ora hanno anche un nome. Una lista che, da ieri sera, è sul tavolo del Procuratore capo, Fernando Asaro, che coordina le indagini.