Gela, condannato per furto e ricettazione, deve scontare due anni e due mesi di carcere, arrestato gelese dalla Polizia di Stato.

Si è concluso il Progetto «Percorsi di crescita nella legalità» promosso per il dodicesimo anno consecutivo, nelle scuole, dall'associazione Aquilone, presieduta da Salvatrice Cipolla. Il progetto è stato realizzato con il supporto dei Rangers International e in rete con le Istituzioni cittadine e il Commissariato di polizia, diretto dal dottor Alessandro D’Arrigo.

All’esito di una complessa vicenda giudiziaria, i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Gela, in esecuzione di un ordine di carcerazione disposto dalla Procura della Repubblica di Gela, hanno tratto in arresto C.G. (di 50 anni), per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

«La nostra azione politica è sempre stata alla luce del sole, per la trasparenza e la giusta informazione ai cittadini, su questa vicenda di persone sottoposte alle indagini, per l’ipotesi di reato nel procedimento penale n. 225/19 della Procura di Gela, noi ex consiglieri del gruppo consiliare Idv siamo in elenco, e per queste ragioni, non abbiamo paura, non tremiamo e siamo fiduciosi del lavoro certosino che sta svolgendo la Magistratura insieme alle forze dell’Ordine». 

È appena iniziata la conferenza stampa di presentazione della giunta comunale che affiancherà il sindaco, Lucio Greco, nell'attività politico amministrativa e gestionale del Comune. La conferenza, indetta per le 12, è iniziata un po' in ritardo.

Nella serata del 30 maggio 2019, nel corso dei servizi per il controllo del territorio, la repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, i militari del Comando Stazione Carabinieri di Riesi hanno proceduto al controllo di un veicolo con tre giovani a bordo.

Tredici avvisi di garanzia sono stati notificati dai carabinieri del Comando Stazione di Niscemi ad altrettanti consiglieri in carica tra il 2012 e il 2017. Le comunicazioni giudiziarie sono state consegnate in caserma ai consiglieri che hanno sottoscritto il verbale di identificazione, elezione del domicilio e la nomina del difensore di fiducia.

È un braccio di ferro quello che si annuncia tra il Comune di Niscemi e il ministero della Difesa. Il caso oltre che politico torna a essere giudiziario. Sullo sfondo c'è sempre la vicenda Muos, la stazione radio satellitare della marina statunitense che sorge a pochi chilometri dall’abitato senza che ancora ci siano certezze e garanzie per la salute dei cittadini esposti alle radiofrequenze. 

Per l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Massimiliano Conti, lo sviluppo del territorio costituisce una prerogativa che va attuata con strategie mirate e garantendo alle imprese ed alle associazioni di categoria tutti i necessari supporti.

Ci ha lasciato Riccardo Giordano. Medico, oculista, amico.