L'escalation di avvertimenti e attentati incendiari non accennare a placarsi. L'ultimo avvertimento con il fuoco è stato compiuto meno di 24 ore fa, ai danni di un libero professionista, titolare di un noto studio di ingegneria. L'auto, una fuoristrada Nissan «Patrol», era stata lasciata in sosta meno di mezz'ora prima. Forse chi ha agito attendeva nell'ombra.

Guardia di finanza e Polizia municipale insieme per contrastare un fenomeno che sta tornando a dilagare in città: quello del commercio ambulante abusivo o irregolare. Vigili urbani e finanzieri, ognuno per le proprie competenze, hanno dato esecuzione a numerosi controlli alla circolazione stradale, di polizia annonaria e indirizzati a perseguire l’abusivismo commerciale, finalizzati a contrastare e prevenire gli illeciti commerciali ed economico finanziari.

Incendiari scatenati a Gela. Un fuoristrada Nissan «Patrol» ha preso fuoco questa sera intorno alle 21.15 in via Ruggero Settimo. Le fiamme hanno avvolto la parte anteriore del mezzo, interessando anche l'abitacolo.

Confessano il reato e chiedono anche scusa al commerciante rapinato. Il colpo di scena accade in aula, durante il processo a tre giovani di Riesi, i fratelli Michael Stephen e Anthony Castorina, rispettivamente 29 e 27 anni, e un loro presunto complice, Simone Alabiso di 26.

Due incendi d'autovettura nelle prime ore della mattinata di oggi tra Macchitella e la Strada Provinciale 8 (Butera - Gela). Una vettura ha preso fuoco stamattina intorno alle 8 in viale Enrico Mattei. Sul posto i Vigili del Fuoco e le forze dell'ordine.

«Nessuno sfratterà nessuno». Quasi un mantra quello che pronunciano stamane in municipio, dagli uffici del Settore Patrimonio al commissario straordinario Rosario Arena.

Si getta acqua sul fuoco dopo che il rogo è divampato nella giornata di ieri. All'arrivo dei diciotto «provvedimenti dirigenziali di restituzione dei beni», notificati ad altrettanti presidenti e responsabili di Onlus locali... apriti cielo.

Controlli di polizia annonaria sono in corso in varie zone della periferia cittadina con sequestri di prodotti ortofrutticoli e - stante alle prime notizie - anche con il fermo dei mezzi di trasporto utilizzati per la vendita dei prodotti.

L'eroe normale stavolta era in giubbotto e jeans. Ma chi è carabiniere lo è sempre, anche fuori dal servizio. Perché quell'uniforme nera ce l'hai cucita sulla pelle, assieme al coraggio e al senso del dovere.

Provoca incidente a Licata e gira con a bordo una pistola giocattolo. Il protagonista è stato intercettato da una pattuglia della Sezione Radiomobile dei Carabinieri che ha operato unitamente a una volante della locale Commissariato. L'auto, una Fiat «Panda», con a bordo l'uomo, è stata bloccata all'ingresso della città.

Condizioni di meteo avverse con allarme generico di «allerta» (codice giallo) sono state diramate ieri sera dalla Protezione Civile e valevoli dal primo pomeriggio di oggi in tutta la Sicilia.