Niscemi: a 82 anni vive sotto un albero in via Kennedy, sfidando pioggia e freddo. Barbone per scelta dopo l'amarezza e le delusioni della vita Featured

Mercoledì, 03 Ottobre 2018 17:05 Written by  Published in Cronaca

Nella nostra società, dove l’inclusione del diverso non eccelle, può capitare che un vecchietto di 82 anni, senza amici né famiglia, scelga di abitare giorno e notte sotto un albero. È quello che succede a Niscemi, in via Kennedy, una traversa del centralissimo viale Mario Gori.

Qui, ai piedi di una fronzuta pianta ornamentale, nei pressi di un campetto sportivo multiuso, un ex emigrato tornato dalla Germania (G. G. le iniziali, classe 1936) ha stabilito la sua dimora, tra l’indifferenza di quasi tutto il vicinato. L’anziano trascorre le notti all'addiaccio, coperto da cartoni e da qualche indumento che raccoglie in giro. A portare all'attenzione dell’opinione pubblica la pietosa vicenda del “nonnino” che ha per tetto le fronde di un albero, è stata Viviana Buccheri, una studentessa di 18 anni, che ha raccontato la vicenda su Facebook, per segnalare ai suoi compaesani, ma soprattutto alle autorità civili e religiose, “una situazione che, a mio parere, è disumana”.

«Da due settimane – scrive Viviana sul social - questo signore anziano vive sotto quest’albero. In queste due settimane, le temperature si sono abbassate, le notti si son fatte gelide oramai... e vedere questa povera anima di 82 anni dormire fuori fa male al cuore».

La ragazza assieme ai suoi familiari e a qualche vicino di casa si è attivata per aiutare il povero vecchietto: gli hanno fornito piumoni per evitare che l’ottuagenario la notte morisse assiderato e gli hanno portato cibo e bevande ogni giorno.

«Ma questa situazione non può andare avanti in eterno!», dice Viviana. Il suo post sul social ha destato stupore e amarezza ma soprattutto ha fatto emergere una storia allucinante. Ieri notte alle 3, il sindaco Massimiliano Conti, venuto a conoscenza del fatto, ha visitato il barbone, allertando polizia e carabinieri. Conti ha proposto al vecchietto un ricovero immediato presso la locale casa di riposo. Ma questi ha rifiutato sdegnosamente.

«Perché mi avete svegliato – ha detto al sindaco - non voglio essere più disturbato».

Quindi si è tirato su il piumone e ha continuato a dormire. Pare che il vecchietto si senta tradito dal prossimo, perché “qualcuno mi ha rubato la pensione”, e non vuole più avere a che fare con la cosiddetta società civile.

Last modified on Mercoledì, 03 Ottobre 2018 17:35
Salvatore Federico

Giornalista pubblicista, ex insegnante di scuola primaria, ha collaborato con diverse testate tv, anche nazionali (Rai Due). Da Niscemi scrive per il Giornale di Sicilia di Palermo, testata con la quale collabora dagli anni Ottanta.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.