Gela: in auto sulla statale con cinque chilogrammi di droga nel bagagliaio. Giovane di 29 anni bloccato da una pattuglia sulla statale «117 Bis» Featured

Mercoledì, 10 Gennaio 2018 07:59 Written by  Published in Cronaca

Nascondeva droga nell’auto. Ad incastrarlo, il forte odore di marijuana proveniente dal bagagliaio che ha insospettito i carabinieri del Nucleo Operativo del Reparto Territoriale di Gela, diretti dal tenente Matteo Calcagnile. 

Un giovane catanese di 29 anni Salvatore Manganaro, è stato tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo di marijuana.

Ieri sera alle 21 durante un servizio perlustrativo, i militari della Sezione Operativa hanno incrociato, all’altezza del centro direzionale Eni, una Suzuki Swift grigia condotta da un ragazzo che li ha subito insospettiti, inducendo i militari a fare inversione di marcia per identificarlo. Questo, vista la manovra della pattuglia, ha accelerato l’andatura e ha tentato di dileguarsi nel traffico in direzione Catania.

Raggiunto e fermato dai militari dopo un breve inseguimento, l’uomo ha cominciato a mostrarsi spaventato ed era molto evasivo nel rispondere alle domande. L’atteggiamento, la residenza a Catania, e per di più il fatto che era sprovvisto di patente, hanno spinto i militari ad approfondire il controllo e ad ispezionare il mezzo.

Il ragazzo è stato subito tradito dal forte odore intenso e pungente tipico della cannabis provenire dal bagagliaio.

Aperto il portellone, infatti, i carabinieri hanno trovato un sacco nero della spazzatura che nascondeva due grosse buste sottovuoto contenenti all’incirca 5 chili di marijuana da preparare per lo spaccio e ancora in fase di essiccatura. I militarii hanno quindi arrestato il ragazzo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e l’auto è stata sequestrata.

Manganaro, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato poi tradotto ed associato presso la Casa Circondariale di Gela. Il carico di stupefacente, acquistato probabilmente nei dintorni di Gela, era destinato ad alimentare il mercato catanese e avrebbe fruttato circa 30.000,00 euro.

I Carabinieri di Gela ora stanno compiendo ulteriori accertamenti per capire quali siano i canali di approvvigionamento e chi c’è dietro a questo insolito episodio in quanto, nella gran parte dei casi, la marijuana a Gela viene acquistata dalla provincia di Catania e non viceversa.

Si tratta del primo arresto del 2018 in provincia di Caltanissetta per detenzione di sostanze stupefacenti effettuato dai militari del Reparto Territoriale di Gela. 

Last modified on Mercoledì, 10 Gennaio 2018 09:17
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela e dei comuni del comprensorio. In particolare Niscemi, Riesi, Butera e l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.