Gela: minacce a un commerciante, aggressione ai poliziotti. Storia di un pomeriggio sopra le righe. Trentaduenne finisce a sbollire in carcere Featured

Martedì, 12 Settembre 2017 09:38 Written by  Published in Cronaca

Minacce nei confronti di un commerciante, aggressione agli agenti di una pattuglia del commissariato. Sono queste le accuse contestate a un trentaduenne gelese, Anthony Ferraro, arrestato ieri pomeriggio dopo un tafferuglio scoppiato all'interno di un'attività commerciale.

Di mattina sì era recato all'interno dell'attività, che si trova sulla Ss 117 Bis, senza però raggiungere un accordo sul prezzo di vendita di un acquisto che aveva deciso di compiere.

Non contento - secondo la ricostruzione degli inquirenti - intorno alle 16, si è ripresentato nel locale, iniziando a inveire contro il titolare con frasi del tipo: «ti brucio l’attività», «brucio te e la tua famiglia».

Sul posto giungeva una pattuglia della squadra Volante. Ferraro veniva bloccato e condotto in commissariato. Anche davanti agli agenti continuava a mostrarsi ostile, inveendo contro chiunque provasse a interagire.

Negli uffici del commissariato aggrediva gli agenti di pattuglia e i colleghi presenti. A quel punto veniva dichiarato in stato di fermo e condotto in carcere.

Gli agenti procedevano anche alla perquisizione dell'auto del trentaduenne, rinvenendo a bordo materiale per l’igiene personale e oggetti vari della cui provenienza l'uomo non sapeva fornire giustificazioni.

L'arresto veniva eseguito sentito il magistrato di turno, Andrea Sodani, sostituto procuratore presso la locale Procura della Repubblica.

Last modified on Martedì, 12 Settembre 2017 10:21
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela e dei comuni del comprensorio. In particolare Niscemi, Riesi, Butera e l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.