Gela: escursione a Lampedusa si trasforma in dramma, la barca rischia di affondare, l'Odissea di tre diportisti. «Abbiamo temuto il peggio» Featured

Mercoledì, 11 Settembre 2019 11:56 Written by  Published in Cronaca

Brutta disavventura per tre giovani gelesi che in occasione delle ferie estive hanno deciso di passare qualche giorno di relax nella splendida isola di Lampedusa.

Tanta paura per un escursione che poteva trasformarsi in una tragedia ma che per fortuna ha lasciato nei passeggeri di una barca solo tanta paura. Un viaggio organizzato per staccare la spina dalla frenesia dei giorni lavorativi, una gita in un’imbarcazione che si stava trasformando in un incubo. I tre ragazzi giunti nell’isola avevano infatti , organizzato una giornata in barca per visitare le ”cale” dalle acque caraibiche ma per circostanze ancora da verificare stavano per affondare. Urla , panico qualche oggetto finito in acqua ma l’intero equipaggio è stato prontamente trasferito in altre imbarcazioni e tratto in salvo.

«Abbiamo vissuto brutti momenti - racconta uno dei protagonisti - tanto lo spavento che aveva preso il sopravvento in quegli istanti ma per fortuna possiamo raccontarlo e questo è quello che conta. Preso dal panico - continua - non sarei riuscito a raggiungere la spiaggia a nuoto, le altre barche ci hanno aiutato e salvato».

Una vacanza da dimenticare dunque per i tre gelesi che dopo lo spauracchio, di ritorno a casa, si sono visti cancellare il volo e sono stati costretti a soggiornare un giorno in più, sommando alla paura la voglia sfrenata di tornare alla quotidianità . Non sempre le vacanze si concludono in bellezza ma qualcuno lascia certamente un segno più profondo di qualche altra.

Last modified on Mercoledì, 11 Settembre 2019 14:32
Giusy Costanza

Direttrice del periodico «Mad in Sicily» vanta collaborazioni con il Giornale di Sicilia e vari media. Affermata presentatrice di eventi politici, gala e manifestazioni, è anche autrice del romanzo «Non c'è mai fine in amore» (2013 - Ed Betania)

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.