Gela: imprenditore vicino al clan Madonia, la Cassazione conferma la confisca. Quattro aziende, 47 tra immobili e terreni e rapporti bancari Featured

Lunedì, 01 Luglio 2019 08:55 Written by  Published in Cronaca

Personale della Direzione investigativa Antimafia di Caltanissetta ha dato esecuzione a un provvedimento definitivo di confisca emesso dalla Corte di Cassazione, a seguito del sequestro disposto nel 2014 dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Caltanissetta su proposta del Direttore della Dia, nei confronti dell’imprenditore Alberto Cammarata, 50 anni, di Gela.

Stante alle indagini svolte dalla Direzione Antimafia, l'uomo sarebbe soggetto contiguo a cosa nostra, in particolare, al clan Madonia, per aver messo a disposizione del sodalizio ingenti disponibilità finanziarie, in cambio di interventi finalizzati a imporre la sua supremazia imprenditoriale.

«Ciò - spiega in una nota la Dia - gli avrebbe consentito, sostanzialmente, di acquisire attraverso la forza di intimidazione mafiosa una posizione dominante e di esclusivo controllo nel settore nevralgico delle forniture e del trasporto di inerti, sfruttando anche il metodo delle cosiddette sovrafatturazioni, impiegati per la realizzazione di opere pubbliche e private».

Il provvedimento di confisca riguarda 4 aziende di Gela, 47 immobili (tra fabbricati e terreni) e numerosi rapporti bancari per un valore complessivo di oltre 3 milioni di euro.

Last modified on Lunedì, 01 Luglio 2019 09:12
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.