Niscemi: quei rintocchi di campana che disturbano i residenti, parroco e due dirigenti comunali indagati. Si riapre il caso al Purgatorio Featured

Domenica, 30 Giugno 2019 09:37 Written by  Published in Cronaca

Quei rintocchi della discordia continuano a far parlare di sé. Seminando grane giudiziarie. Le campane in bronzo delle Anime Sante del Purgatorio costano infatti tre avvisi di garanzia, notificati, nei giorni scorsi su ordine della Procura di Gela.

I destinatari sono il parroco, Pasquale Buscemi, di 58 anni e due dirigenti comunali, ossia, Concetta Meli, 64 anni, responsabile dei settori Lavori pubblici e Ambiente e Salvatore Di Martino, 64 anni, ex comandante della Polizia municipale. L’accusa, per il sacerdote, è di aver disturbato la quiete, le occupazioni e il riposo delle persone, e per avere ignorato una diffida emanata dal Municipio con l’ordine di porre fine alle emissioni sonore delle campane. Reato peraltro continuato nel tempo. Meli e Di Martino sono invece accusati di omissione in atti d’ufficio, per «avere rifiutato indebitamente di fare osservare al parroco la diffida comunale» che imponeva lo stop alle campane. La vicenda ha un primo capitolo risalente a una ventina di anni fa.

Le campane delle Anime Sante si trovano a circa 15 metri dalle abitazioni vicine.

A inizio Anni Novanta furono prima sequestrate e poi confiscate dalla Magistratura. Tornate nella disponibilità della parrocchia da circa nove anni suonano ogni giorno per richiamare i fedeli alla messa, ricordare l’Angelus e altri momenti liturgici. Solo che, secondo una relazione dell’Arpa, risalente a tre anni fa, emettono suoni a un livello che supera il limite consentito.

L’apertura delle indagini era stata chiesta da una coppia di professionisti che abita a una decina di metri dalla chiesa. Adesso c’è un primo risultato: la chiusura delle indagini. Ora si attende la richiesta dei magistrati sulla quale sarà il Gip a pronunciarsi.

Pure la difesa riferisce di avere i propri assi. A esempio una relazione di parte, secondo cui i decibel relativi alle emissioni sonore sarebbero entro e non oltre il limite fissato dalla norma.

Due tesi sul piatto della bilancia. La magistratura deciderà se mettere o meno il bavaglio alle campane che nel frattempo risuonano ancora nel quartiere.

Last modified on Domenica, 30 Giugno 2019 10:00
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.