Gela: il cadavere nella casa del quartiere nuova stazione, stroncato dopo il sesso? Autopsia esclude la morte per cause violente. Forse un malore Featured

Martedì, 25 Giugno 2019 19:34 Written by  Published in Cronaca

Di sicuro c'è solo che è morto, scriveva il grande Tommaso Besozzi a proposito di un celebre delitto. E non vorremmo scomodare un maestro del giornalismo d'inchiesta per un fatto di provincia.

Ma tant'è che, al momento, è l'unica cosa certa: la morte di un uomo.

Il corpo è ancora sotto sequestro dopo il rinvenimento del cadavere, all'alba di ieri, in un'appartamentino, nel quartiere della nuova stazione ferroviaria. Era disteso, privo di vita.

Cosa ci facesse a quell'ora insolita in quella casa, abitata da una coppia?

Il sospetto, più d'uno in realtà, è che l'uomo avesse consumato un rapporto sessuale. Prostituzione, favore, love story? O più semplicemente un'amicizia particolare... nessuno può ancora dirlo. Le indagini sono in corso.

L'unica teste del decesso, una donna di mezza età (la vittima, invece, ne ha una sessantina), agli investigatori del Commissariato di Polizia, che indagano sul caso, è apparsa in stato confusionale.

E forse c'è pure il sospetto che lei non sia riuscita ad aiutare la vittima, anche se nel caso di un malore fulminante come quello che ha stroncato il povero sessantenne, non è detto che un soccorso tempestivo possa essere risolutivo.

La sua posizione è comunque al vaglio della Procura.

Altre risposte sono arrivate questa sera dall'autopsia. Poche in realtà. Una su tutte: il corpo non presentava segni di violenza. Il che avvalora l'ipotesi di un decesso a causa di un malore.

Se avesse ingerito farmaci, se in realtà abbia avuto o meno un approccio sessuale (al momento è solo un'ipotesi) e altri elementi in ausilio alle indagini arriveranno nei prossimi giorni, dopo l'esame sui tessuti prelevati dal medico legale.

 

Last modified on Martedì, 25 Giugno 2019 20:13
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.