Gela: commissioni consiliari permanenti, c'è l'accordo nella maggioranza. In pole Romano, Faraci, Caci, Morselli e Casciana Featured

Mercoledì, 19 Giugno 2019 20:53 Written by  Published in Cronaca

L'elezione del vicepresidente - Paola Giudice - ha sbloccato la fase di stallo che il consiglio comunale viveva da una decina di giorni. Così, nei prossimi giorni, la maggioranza dovrà misurarsi su un altro importante tema: le commissioni. Sei gli slot disponibili, per altrettante presidenze.

E l'accordo pare pressoché delineato. La presidenza più prestigiosa è quella della commissione Urbanistica, sulla quale c'è già da tempo il cappello del consigliere Peppe Morselli (Un'Altra Gela). Al netto di sorprese dell'ultima ora la partita pare chiusa.

Altra commissione di prestigio è la I Commissione, che raggruppa gli Affari generali dell'ente, i Servizi Sociali e altre competenze che sembrano calzare a pennello sulla consigliera Valeria Caci, espressione di Sviluppo Democratico, eletta nella lista del Popolo della Famiglia - Impegno Comune.

Sarebbe anche un atto riparatore dopo la delusione della mancata concessione dell'assessorato, a lungo reclamato dal PdF e dagli altri cespugli che compongono la lista civica.

Nessun dubbio anche per la commissione consiliare Sviluppo Economico, la cui presidenza dovrebbe essere appannaggio di Una Buona Idea, leggasi Rosario Faraci.

L'ultime, ma non meno importanti caselle, riguardano le commissioni Ambiente e Sanità, dove le quotazioni in ascesa sono quelle di Carlo Romano e Programmazione economica, per la cui presidenza è forte la candidatura di Vincenzo Casciana.

L'ultima commissione, Istruzione, sembra ancora in ballo.

Del resto le prove di tenuta, per la maggioranza, non sembrano dover finire adesso.

Ieri - si vocifera nei corridoi di palazzo - c'è stato il primo franco tiratore. L'elezione di Paola Giudice ha visto una maggioranza di 15 consiglieri e non 16. Un segnale?

Oggi il partito dei delusi qualche iscritto pare ce lo abbia già. Domani è di là da venire.

E nell'agenda politica del sindaco, Lucio Greco, ci sono da far quadrare i conti di un ipotetico rimpasto della giunta con l'assegnazione, di altri due assessorati e del posto di sottogoverno più ambito: la presidenza della Ghelas Multiservizi.

E qui i principali partiti della coalizione, ovvero, Un'Altra Gela, Una Buona Idea e Azzurri per Gela, già sperano di poter far valere il loro rapporto di forza. E gli altri non staranno certo a guardare.

Per non parlare della fregola ricorsi.

Non soltanto quelli sul sindaco e sull'esclusione delle liste.

Nel gruppo "Un'Altra Gela", scrutinio alla mano, tra l'ultima delle elette, ovvero Romina Morselli, e la seconda dei non eletti, Marina Ferrara, balla una differenza di pochissime preferenze. In mezzo Marina Greco, prima dei non eletti, che - dicono - dalla consigliera Morselli sarebbe staccata di pochi voti.

Da escludere un ricorso con la possibile riconta dei voti? Fanta-scenari?

A scrivere la parola fine potrebbe essere il sindaco, aprendo le porte della sua giunta "allargata a 7", a una delle pretendenti.

Potrebbe essere la chiusura della quadra.

 

 

Last modified on Mercoledì, 19 Giugno 2019 21:50
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.