Gela: viola i domiciliari per soccorrere un amico in panne, rintracciato a Spinasanta e arrestato. Ad aprile era stato denunciato per lo stesso reato Featured

Lunedì, 20 Maggio 2019 08:25 Written by  Published in Cronaca

Gela, arrestato dalla Polizia quarantasettenne sottoposto alla misura della detenzione domiciliare per evasione. Era uscito di casa per soccorre un amico in panne. L’uomo, nel giro di un mese, avrebbe violato per ben due volte le prescrizioni imposte dall'autorità giudiziaria.

Venerdì gli agenti del Commissariato di Gela, nel corso di controlli eseguiti su soggetti sottoposti a misure anticrimine, ha tratto in arresto Massimo D'Aleo, 47 anni, con precedenti giudiziari, sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, dovendo espiare la pena di tre mesi di arresto, inflitta con sentenza di condanna del Tribunale di Agrigento nell’ottobre del 2016.

L’uomo non era stato trovato in casa dagli agenti, che hanno avviato ricerche, rintracciandolo in contrada Spinasanta dove, a suo dire si era recato per soccorrere un amico rimasto in panne con l'auito.

D'Aleo è stato condotto in commissariato e, dopo le formalità di rito, su disposizione del Pubblico ministero, condotto agli arresti domiciliari presso il proprio domicilio. Il quarantasettenne, per lo stesso reato, era stato denunciato lo scorso mese di aprile e arrestato il 3 maggio.

Last modified on Lunedì, 20 Maggio 2019 08:41
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.