Print this page

Gela: debito del Comune nei confronti dell'Ato Cl2, dirigente indagato dalla Procura per abuso d'ufficio. I Pm chiedono il rinvio a giudizio Featured

Lunedì, 15 Aprile 2019 11:31 Written by  Published in Cronaca
Rate this item
(0 votes)

Abuso d'ufficio è il reato contestato dalla Procura di Gela al dirigente del settore Bilancio del Comune, dottor Alberto De Petro, nei confronti del quale è stato chiesto il rinvio a giudizio.

Secondo la tesi degli inquirenti il dirigente, nell'esercizio delle proprie funzioni, non avrebbe riconosciuto crediti vantati nei confronti del Comune dall'Ato Ambiente Cl2 per il servizio di raccolta e conferimento in discarica dei rifiuti. Crediti che, secondo le stime emerse durante le indagini, ammonterebbero a circa 13 milioni di euro.

«La Procura - si legge in una nota del procuratore capo, Fernando Asaro - ha concluso le indagini preliminari nei confronti del dirigente del settore Bilancio e Finanze del Comune, Alberto De Petro, esercitando l'azione penale, con richiesta di rinvio a giudizio per abuso d'ufficio».

Last modified on Lunedì, 15 Aprile 2019 11:45
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.