Print this page

Niscemi: si rinnova il rito della Passione di Cristo, rappresentazione sacra a cura della parrocchia Anime Sante del Purgatorio Featured

Sabato, 13 Aprile 2019 19:32 Written by  Published in Cronaca
Rate this item
(0 votes)

Con la benedizione delle palme e dei ramoscelli di ulivo, iniziano domani le manifestazioni della “Settimana Santa” e con il gruppo della Parrocchia “Anime Sante del Purgatorio” costituito da circa 50 componenti del quale è fondatore e regista il parroco don Lillo Buscemi, che metterà in scena con il patrocinio del Comune la “Rappresentazione sacra della Passione di Gesù”.

L’inizio è previsto domani alle 19.30 in piazza Vittorio Emanuele, dove il Gruppo parrocchiale del Purgatorio rappresenterà le scene della “lavanda dei piedi” e de “L'ultima cena”. La “Via Crucis” proseguirà poi con gli attori del Gruppo parrocchiale del Purgatorio che da piazza Vittorio Emanuele si sposteranno nella piazza sita tra le vie dott. Ragusa e Marconi, dove metteranno in scena “L’arresto di Gesù” e “l’impiccagione di Giuda”. In via Marconi, vicino la rotatoria, si svolgerà il “processo a Gesù davanti a Caifa” mentre la scena di “Gesù dinnanzi a Pilato” si terrà nella strada rialzata del viale Mario Gori. Le scene commoventi della “Crocifissione, morte e resurrezione di Gesù” si svolgeranno a conclusione nella zona alta della via Marconi. Domenica mattina alle 9.30, il Gruppo parrocchiale del Purgatorio rappresenterà in via Marconi vicino la rotatoria altre due scene del Vangelo riguardanti la presentazione e lo smarrimento di Gesù al tempio e dopo la benedizione delle palme e dei ramoscelli di ulivo, seguirà in parrocchia un celebrazione Eucaristica. Gli attori del Gruppo parrocchiale del Purgatorio che domenica sera metteranno in scena la “Rappresentazione sacra della Passione di Gesù” sono: Alessio Emulo (Gesù), Maria Caruso (Madonna), Gioele Di Dio (Angelo), Franco Conti (Pietro), Salvatore Giugno (Giovanni), Gianfranco Emulo (Giuda), Gianfranco Buscemi, Antonino Di Dio, Paolo Di Modica, Lorenzo Bonaffini, Salvatore Malvè, Gianfranco Cutrona, Francesco Perticone, Enzo Cipolla, Francesco Spatola (Apostoli), Gaetano Cirrone (Caifa), Franco Gasperini, Antonio Vicino, Giuseppe Giugno, Angelo Meli (Sacerdoti), Giuseppe Di Stefano (Nicodemo), Gaetano Spatola, Rosario Salerno, Davide Scardilli, Matteo Scardilli, Giuseppe Emulo (Soldati del sinedrio), Maria Lodato, Patrizia Puzzo, Maria Antonietta Gasperini, Benedetta Migliori (Pie donne), Riccardo Cummaudo (Pilato), Riccardo Manduca (Centurione), Salvatore Spinello, Luca Bennici, Pietro Platania, Antonio Minardi, Alessandro Frazzetto, Massimo Buzzone, Salvatore Asta, Salvatore Liberto, Vincenzo Buccheri, Concetto Cannizzo, Giuseppe Spinello, Giorgio Mocanu, Matteo Buzzone, Daniele Caruso, Rosario Alesci, Francesco Sentina, (Soldati romani), Vincenzo Parisi (Barabba), Mario Salerno (Cireneo), Gaetano Spatola (Primo ladrone), Francesco Spatola (Secondo ladrone), Maria Grazia Scibona (Veronica), Franca Gueli (Maria Maddalena), famiglia Sentina, (tecnici audio e suono).

Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.