«Un'Altra Gela»: il Tar dà ragione a Lucio Greco e riammette la lista. Fine di un incubo per il candidato sindaco e 24 aspiranti consiglieri Featured

Giovedì, 11 Aprile 2019 12:33 Written by  Published in Cronaca

Il pronunciamento dei giudici del Tribunale Amministrativo Regionale è arrivato ed è positivo. Lo conferma il candidato sindaco, Lucio Greco, personalmente a Today24. Si attende solo il comunicato ufficiale ma il Tar riunito oggi a Palermo - Prima sezione, presidente Calogero Ferlisi - per esaminare il ricorso presentato dal candidato Greco dopo l'esclusione di una delle liste della sua coalizione («Un'Altra Gela») da parte della Commissione Elettorale Circoscrizionale ha riammesso la lista.

L'udienza era iniziata intorno alle 10.30. In opposizione al ricorso si era costituita l'Avvocatura dello Stato, mentre Greco era patrocinato dagli avvocati Girolamo Rubino e Giuseppe Impiduglia.

Dalle prime telefonate arrivate da Palermo era subito apparso che la lista sarebbe stata riammessa. E oggi, intorno alle 14.30, è arrivata la conferma.

«Sono certo che vinceremo la battaglia» aveva detto Greco poche ore fa, da noi raggiunto nella sede del comitato elettorale. Poco dopo ci ha confermato il pronunciamento favorevole del Tar.

Il nodo del procedimento amministrativo riguardava la parziale incompletezza di documenti a supporto della lista.

Secondo i legali di Greco la Commissione avrebbe dovuto concedere del tempo per l'integrazione della documentazione. Tesi contestata dall'Avvocatura dello Stato ma che, invece, avrebbe subito incontrato il favore dello stesso presidente di Sezione, il quale avrebbe citato precedenti in materia elettorale e soprattutto di appalti. Poche ore dopo è arrivato il pronunciamento ufficiale, che segna la fine di un incubo per il candidato Greco, che avrebbe perso forse la più forte tra le cinque liste che lo sosterranno, e soprattutto per i 24 candidati al consiglio comunale, che avrebbero vista preclusa ogni possibilità di ambire a un seggio in aula.

«Erronea - scrivono i magistrati, Ferlisi presidente, Sebastiano Zafarana estensore, a proposito delle motivazioni di esclusione addotte dalla Commissione elettorale - appare tale decisione allorquando afferma che detta irregolarità sostanziale si configura quale vizio non sanabile in via postuma, poiché per espressa previsione normativa del legislatore regionale i ricorrenti avrebbero dovuto essere ammessi alla sanatoria prevista dalla norma in esame. Conclusivamente il ricorso è fondato e deve essere accolto». 

Sia Greco che i candidati al consiglio possono tirare un sospiro di sollievo.

Nel pomeriggio una conferenza stampa (nella foto l'arrivo al comitato).

«Ogni impedimento è giovamento - ha detto scherzando Greco, richiamando un vecchio detto popolare - Il Tar, con una sentenza chiara e netta, ha impedito che la lista "Un'Altra Gela" fosse esclusa dalle prossime elezioni. Il confronto democratico, in questo modo, non viene mortificato e tutta la coalizione che mi sostiene è pronta ad affrontare la campagna elettorale con maggior entusiasmo. C’è sollievo dopo tanta sofferenza, anche perché i tentativi di inquinare il normale dibattito democratico sono stati numerosi e per fortuna tutti falliti. Tutta la vicenda mi è servita a comprendere che la via da percorrere non sarà facile e mi spinge anzi a non sottovalutare nella loro reale dimensione motivi di crisi, ritardi e difficoltà».

«Vi ringrazio - ha concluso Greco - e vi esorto a impegnarvi perché la battaglia è difficile. Ma c'è entusiasmo, i social, alla sola notizia del Tar sono letteralmente impazziti. Segno di grande stima. Sono convinto che la città ci darà grande, grandissimo consenso».

Sospinti dall'entusiasmo, Greco e i suoi sostenitori, potrebbero organizzare un primo comizio con in piazza Umberto I.

Last modified on Giovedì, 11 Aprile 2019 15:05
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.