Gela: San Giuseppe, dopo le celebrazioni la distribuzione dei pacchi alimentari alle famiglie bisognose. Si comincia giovedì mattina Featured

Martedì, 19 Marzo 2019 16:19 Written by  Published in Cronaca

Dopo aver partecipato alla tradizionale celebrazione dei Patriarchi nella Chiesa di Sant’Agostino, centinaia di fedeli hanno assistito al tradizionale pranzo di Gesù, Giuseppe e Maria, concludendo anche quest’anno il grande lavoro che le famiglie e le parrocchie hanno svolto.

In tutti i classici "altari votivi" in onore di San Giuseppe, allestiti negli appartamenti privati e nelle parrocchie, questa mattina si è offerto il pranzo a bambini e famiglie bisognose, che rappresentano la sacra Famiglia di Nazareth. Un appuntamento a cui non si può mancare, perché gli altari per il Santo Patriarca vanno onorati e ammirati e gli alimenti che li riempiono servono per aiutare famiglie indigenti del territorio. In totale, a Gela, le cene sono state venticinque. Una delle più abbondanti, è stata quella allestita dai volontari della Piccola Casa della Misericordia assieme ad alcune famiglie locali all’interno della chiesa di San Francesco di Paola.

«Un popolo senza tradizioni e senza radici non ha identità – afferma don Lino di Dio, rettore della Chiesa di Sant’Agostino - le cene di san Giuseppe rappresentano un grande connubio di fede, carità e folklore che sfocia non in una devozione sterile verso il Santo Patriarca ma nell’azione concreta attraverso l’attenzione ai piccoli e ai poveri, prediletti di Dio. Bisogna valorizzare ancor di più questa tradizione nelle famiglie anche se in questo periodo si sta diffondendo nelle parrocchie, noi abbiamo ricevuto, questo patrimonio che dobbiamo consegnare ai nostri figli e nipoti. Ringrazio tutti i volontari e le famiglie gelesi che anche quest’anno ci hanno aiutato ad allestire la cena tradizionale e la tavolata dei pani, di cui è nata la nostra tradizione. Rivolgiamoci con fiducia a San Giuseppe per ricevere attraverso la sua intercessione, quelle grazie che desideriamo, tanti di noi abbiamo sperimentato tutto ciò, perché non dobbiamo dimenticare che ogni “Cena” è un atto di ringraziamento di una grazia speciale ricevuta dal Santo».

A partire da giovedì 21 marzo, i volontari della Piccola Casa della Misericordia distribuiranno agli assistiti i pacchi alimentari preparati per la festa di San Giuseppe: giovedì, dalle 10 alle 12, toccherà agli assistiti il cui cognome inizi con la lettera A, B, C e dalle 16.30 alle 19 sarà il turno delle lettere D, E, F, G; venerdì 22 marzo, dalle 10 alle 12, le lettere H, I, L, M, N e dalle 16:30 alle 19 le lettere O, P, Q, R; sabato 23 marzo, dalle 10 alle 12, toccherà agli assistiti il cui cognome inizia con le lettere S, T, U, V, Z, X, Y, W.

Last modified on Martedì, 19 Marzo 2019 16:26
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.