Riesi: colpo alla tabaccheria di via D'Antona, rapinatori in aula ammettono le loro responsabilità e chiedono scusa ai titolari Featured

Lunedì, 11 Febbraio 2019 18:31 Written by  Published in Cronaca

Confessano il reato e chiedono anche scusa al commerciante rapinato. Il colpo di scena accade in aula, durante il processo a tre giovani di Riesi, i fratelli Michael Stephen e Anthony Castorina, rispettivamente 29 e 27 anni, e un loro presunto complice, Simone Alabiso di 26.

Si sono presi le colpe della rapina alla tabaccheria di via Capitano D'Antona, risalente al 26 aprile dell'anno scorso.

Erano stati arrestati dai carabinieri della Stazione di Riesi, un mese dopo, a inchiodarli alle loro responsabilità.

All'ultima udienza, quella che doveva essere dedicata all'escussione dei testi, si sono presentati davanti al gup di Caltanissetta, Valentina Balbo ammettendo le loro responsabilità e chiedendo scusa.

Secondo la ricostruzione eseguita in sede di indagine dagli uomini dell'Arma, due giovani, verosimilmente Michael Castorina e Simone Alabiso (uno dei quali armato di pistola), avevano fatto irruzione nella tabaccheria, fuggendo via con il registratore di cassa, contenente circa 400 euro.

Antony Castorina che aveva fatto da palo, li aveva attesi all'uscita, fuggendo con loro attraverso le vie circostanti.

Durante le indagini i militari, a casa di Macheal Castorina, avevano rinvenuto una pistola giocattolo a tamburo, priva del prescritto tappo rosso, perfettamente identica a un'arma autentica.

Last modified on Lunedì, 11 Febbraio 2019 19:09
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.