Print this page

Mazzarino: «C'è un ripetitore fuori norma», lo rivela indagine Arpa. «Campi elettromagnetici oltre ai limiti», l'Agenzia ha scritto al Comune Featured

Lunedì, 04 Febbraio 2019 11:25 Written by  Published in Cronaca
Rate this item
(0 votes)

C'è il comune di Mazzarino tra i siti «fuorilegge» per quel che attiene le emissioni di onde elettromagnetiche superiori al limite fissato dalla legge (6 volt/metro). I campi magnetici e l'incidenza che essi hanno sulla salute sono materia complessa e per certi versi ancora priva di certezze scientifiche. 

Di sicuro bene alla salute non fanno. Così il legislatore ha fissato un alveo entro il quale i gestori di impianti telefonici e radiotelevisivi devono operare. L'Arpa Sicilia nel solo 2017 ha effettuato circa 150 verifiche. Lo rivela una recente indagine pubblicata nei giorni scorsi dal Quotidiano di Sicilia. 

Una ricerca dalla quale emerge che a Mazzarino è in esercizio una sorgente Rtv (un ripetitore) che supera (o almeno superava) il limite del 6 V/m.

Il Comune è stato informato dall’Agenzia della necessità di avviare gli interventi necessari a ridurre le emissioni e riportarle a conformità.

Che qualcosa non quadrasse in tema di campi elettromagnetici lo aveva intuito il presidente del Tribunale per i Diritti del Malato, Angelo Marotta.

Così un paio di anni fa era stato commissionato uno studio a una società specializzata, affinché fossero eseguiti i controlli e monitorati i principali ripetitori presenti.

Lo studio - svolto a pagamento, a spese del Tdm - era stato donato all'amministrazione comunale del tempo.

Oggi i dati dell'Arpa confermano che quei sospetti erano più che legittimi.

La speranza è che il Comune - qualora non lo abbia ancora fatto - imponga a tutti gli operatori telefonici e radiotelevisivi di non superare il limite di emissioni.

Last modified on Lunedì, 04 Febbraio 2019 12:24
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.