Niscemi: Associazione Nazionale Bersaglieri, Sentina confernato presidente. Vice sarà Bennici. Iacona, Alma e Runza nel direttivo

Venerdì, 07 Dicembre 2018 17:10 Written by  Published in People

I soci della locale sezione dell’Associazione nazionale Bersaglieri intitolata alla memoria del Caporale Francesco Giugno, Medaglia di bronzo al Valor militare, si sono riuniti in assemblea per eleggere i nuovi componenti del Consiglio direttivo.

A convocare l’assemblea dei soci per la naturale scadenza del mandato del direttivo eletto tre anni fa, è stato il luogotenente Salvatore Sentina in qualità di presidente. All’assemblea che si è svolta nella sede dell’associazione, in via IV Novembre, hanno partecipato 28 soci, i quali hanno eletto a scrutinio segreto i nuovi componenti del Consiglio direttivo che eserciterà il mandato per i prossimi tre anni a decorrere dal primo gennaio. Con il conteggio delle schede votate dai soci, sono risultati eletti come componenti del Consiglio direttivo il luogotenente Salvatore Sentina (riconfermato presidente); il sergente Giuseppe Bennici (riconfermato vicepresidente); i soci bersaglieri Vincenzo Alma, Giuseppe Iacona e Saverio Runza (designati Consiglieri). Il presidente Salvatore Sentina, ha nominato come segretario il socio Giuseppe Pardo. Il nuovo Consiglio direttivo continuerà ad impegnarsi nella campagna di raccolta fondi volta alla realizzazione di un monumento in onore dei caduti architettonicamente più grande rispetto alla semplice lapide del “Milite Ignoto” nel muro dell’arcata esterna del Palazzo municipale. La Giunta comunale infatti, ha deliberato su indicazione dell’Associazione bersaglieri della città, l’adeguamento di una struttura in marmo travertino già esistente a piazza Martiri di Nassiriya come nuovo monumento in onore dei caduti. Saranno eseguiti alcuni piccoli interventi di modifica nella struttura già esistente e di cui l’Associazione nazionale bersaglieri si è impegnata a farsi completamente carico. Il nuovo monumento consentirà di onorare la memoria dei 280 soldati niscemesi caduti nelle due guerre mondiali con l’incisione dei nomi nelle lapidi. “Se vi sono niscemesi che hanno familiari caduti nelle due guerre mondiali che non risultano nell’elenco dei 280 soldati già reperito”, ricorda il vicepresidente Giuseppe Bennici,”sono invitati a riferirci i dati anagrafici del congiunto caduto prima che tutti i nomi vengano incisi nelle lapidi”.

Last modified on Venerdì, 07 Dicembre 2018 17:18
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.