Niscemi: «Nell'ora chiara che tutto accoglie», Margani torna in libreria con una nuova raccolta di poesie

Giovedì, 18 Ottobre 2018 07:15 Written by  Published in People

Si intensifica l'attività letteraria del poeta Francesco Margani, autore di una nuova raccolta di poesie intitolata “Nell'ora chiara che tutto accoglie”. Sessant'anni, di Niscemi, nel 2014 aveva dato alle stampe “Nell'addio germoglia la terra”. 

La nuova opera è una selezione di poesie scritte dagli anni 80 a oggi e che sono apparse nelle riviste “Clandestino, Atelier, Gradiva, Murales, Grafhie e Cultura&Libri”. Versi che descrivono paesaggi, alberi, animali, boschi e acque quasi come teatro della natura che non finisce mai di emozionare e di incantare e nei quali si intreccia anche il sogno del mito. Un ricorso alla natura, nel quale prevale la personificazione dei ritmi umani nei vari cicli delle correnti terrestri, attraverso i quali l'autore avverte i principi elementari e fa in modo che non vengano distrutti. Ciò affinché la vita e la pietra restino nell’ordine delle cose. Poeta siciliano, Francesco Margani è interprete sensibile della sua terra, caratterizzata da profumi di melograni, rose selvatiche, aranceti e pettirossi sulla neve. Aspetti che nei suoi versi, lasciano trapelare un’interiorità poetica mista di natura, amore e dolore.

L’autore ha precedentemente pubblicato altre opere letterarie, ovvero “Luce e polline”, contenente la prefazione di Milo De Angelis, “Alfabeto Minimo”, con la prefazione di Maria Attanasio e “La cenere prima del diluvio”.

Last modified on Giovedì, 18 Ottobre 2018 07:38
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.