Niscemi: approvate dal Consiglio Comunale le mozioni del consigliere Gualato. Via libera dell’Aula all’adozione per la questione Muos di un ricorso alla Corte Europea

Lunedì, 12 Febbraio 2018 20:07 Written by  Published in People

Sono tre le mozioni proposte dal consigliere comunale Luigi Gualato e firmate anche dai Consiglieri Salvatore Placenti, Viviana Stefanini, Gesuè Allia, Alessandro Di Noto, Rosetta Cirrone Cipolla ed Angelo Chessari, che l’Assise cittadina presieduta dal presidente del Consiglio Fabio Bennici, ha approvato nella seduta del 7 febbraio scorso.

Importante in particolar modo, la seconda mozione d’indirizzo approvata che riguarda l’adozione urgente per la problematica Muos di un ricorso alla Corte Europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, avverso alla sentenza del Cga emessa il 6 maggio del 2016, con la quale accogliendo il ricorso in appello presentato dall’Avvocatura dello Stato per il Ministero della difesa, ha ribaltato la sentenza del Tar, che in primo grado di giudizio aveva ritenuto le antenne Muos pericolose per la salute umana e l’ambiente nonché abusive ed illegali.

Il Cga, sentenziando che il Muos non è dannoso, ha ritenuto legittime le autorizzazioni rilasciate nel 2011 dalla Regione siciliana ed in merito all’abusività o meno dell’opera Muos, ha rimesso la decisione alla magistratura penale. Proprio in questi giorni al Tribunale di Caltagirone è in corso il processo penale con il rito abbreviato nei confronti di 4 dei 7 imputati, accusati a vario titolo di abusivismo edilizio e di reati ambientali e contro il quali, il Pm, ha già chiesto la condanna ad un anno di reclusione, ad un’ammenda di 20 mila Euro ciascuno e la confisca del Muos. Tra le parti civili, anche l’avvocato Giuseppe D’Alessandro per il Comune di Niscemi, il quale ha chiesto un risarcimento danni per l’Ente di 100 milioni di Euro e con una provvisionale di 10 milioni di Euro. La prossima udienza del processo penale si terrà giorno 23 febbraio.

Di grande interesse anche la terza mozione approvata e che riguarda il monitoraggio continuo dei Campi elettromagnetici e l’esigenza del Comune di Niscemi, di dotarsi di centraline e di un sistema di vigilanza e controllo dell’esposizione della popolazione alle emissioni elettromagnetiche prodotte da impianti militari, di telefonia mobile, radiofonici e televisivi e con una più idonea collocazione degli impianti in siti a più bassa densità abitativa. Come prima mozione, il Consiglio comunale, ha anche approvato l’intitolazione di una strada al poeta niscemese Francesco D’Agostino.

Last modified on Lunedì, 12 Febbraio 2018 20:08
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.