Niscemi: incendio auto in via Caronda minaccia abitazione, coniugi bloccati per alcuni minuti dalle fiamme nel loro appartamento

Mercoledì, 13 Settembre 2017 10:53 Written by  Published in People

Hanno rischiato di restare intrappolati nella loro abitazione due coniugi a causa dell’incendio divampato nella notte tra lunedì e ieri, in via Caronda in prossimità dell’incrocio con via XX Settembre.

Il rogo ha distrutto una Fiat Silo Station Wagon di un bracciante agricolo di nazionalità romena residente nella strada. Un incendio che in base alle tracce rinvenute dagli agenti di Polizia del Commissariato di Niscemi, sembra di natura dolosa e originato dall’azione di piromani, i quali dopo avere cosparso di liquido infiammabile l’autovettura parcheggiata nella strada e presa di mira, l’avrebbero data alle fiamme dileguandosi.

Un rogo che i malviventi avrebbero eseguito con la solita tecnica nel cuore della notte e con la strada deserta di passanti. Sono stati i residenti ad avvertire un boato causato dal primo pneumatico che intaccato dal fuoco si è sgonfiato col «botto» ed anche per il grido disperato di aiuto di una donna rimasta intrappolata insieme al coniuge in un immobile per la porta d’ingresso lambita dalle fiamme dell’auto e che hanno svegliato di conseguenza dal sonno profondo gli abitanti della zona. Tanta paura dunque in particolar modo per la coppia di giovani coniugi residenti in una casa sita proprio frontalmente all’auto in fiamme, i quali, in un primo momento, nonostante i vicini di casa tentassero di soccorrerli gettando con i secchi acqua sull’auto, sono rimasti in un primo momento imprigionati dentro casa e che soltanto con un atto di coraggio, sono riusciti poco dopo e nonostante le fiamme ad uscire fuori dall’abitazione per mettersi in sicurezza.

L’incendio dell’autovettura è stato subito segnalato telefonicamente ai Carabinieri del Comando stazione, alla Polizia del Commissariato di Niscemi ed al 115 dei Vigili del fuoco. In attesa dell’arrivo dei soccorsi, diversi residenti della zona, hanno cercato di domare il rogo con secchiate d’acqua e l’uso di altri mezzi di fortuna, sia per consentire l’uscita della giovane coppia di coniugi dalla casa con il portone d’ingresso sfiorato dalle lingue di fuoco che per cercare d’impedire l’esplosione dell’auto.

Sul posto sono subito arrivati gli agenti di una volante della polizia, mentre a domare il rogo, sono dovuti intervenuti dopo circa 40 minuti dalla segnalazione, i Vigili del fuoco del distaccamento permanente di Gela, poiché quello volontario di Niscemi è chiuso dal primo luglio scorso. I Vigili del fuoco di Gela, al loro arrivo hanno dato inizio con spruzzi d’acqua ad alta pressione alle operazioni di spegnimento dell’incendio che ha purtroppo distrutto completamente l’autovettura. Sono in corso indagini della Polizia, mirate a dare sia un volto ai piromani che a decifrare il movente del raid incendiario.

La chiusura del distaccamento dei Vigili del fuoco volontari in città, continua a determinare un notevole prolungamento dei tempi di esecuzione degli interventi di spegnimento dei roghi, poiché occorre attendere minimo per 40 minuti, l’arrivo dei Vigili del fuoco dei distaccamenti permanenti di Gela o di Mazzarino. E ciò se non impegnati in altri interventi.

Last modified on Mercoledì, 13 Settembre 2017 10:58
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.