Gela: la Madonna delle Lacrime di Siracusa tra i detenuti del carcere di contrada Balate. Una messa e momenti di preghiera al cospetto del reliquiario di Maria

Lunedì, 07 Ottobre 2019 15:43 Written by  Published in People

È giunto oggi nel carcere di contrada Balate il reliquiario della Madonna delle Lacrime di Siracusa.

L'iniziativa è stata fortemente voluta dal cappellano del carcere, fra’ Emanuele Artale, grazie alla disponibilità del direttore Cesira Rinaldi e al direttore in missione per quel giorno, Giorgia Gruttadauria. Detenuti e personale in servizio hanno potuto pregare e ammirare da vicino le lacrime della Madonna. Presenti anche i gruppi di volontariato impegnati all’interno del carcere Rinnovamento nello Spirito e la Comunità di Sant’Egidio.

Dopo un breve momento di presentazione e di preghiera all’interno della cappella con il personale amministrativo e di Polizia Penitenziaria, il reliquiario è stato trasportato nella sala teatro per una Celebrazione Eucaristica presieduta da don Raffaele Aprile, vice-rettore della Basilica Santuario di Siracusa e concelebrata dal cappellano fra' Artale e da don Filippo Celona. I detenuti hanno effettuato il servizio liturgico. L’evento della lacrimazione si è verificato a Siracusa nel 1953, dal 29 agosto al 1° settembre: da un’effigie mariana in gesso smaltato posta come capezzale nella casa di una povera famiglia di Siracusa scaturirono lacrime, risultate in seguito di tipo umano.

Last modified on Lunedì, 07 Ottobre 2019 19:52
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.