Niscemi: «Caltagirone festeggia il nuovo commissariato, Niscemi invece continua a vivere nel disagio». Appello del Silp, Mastrantonio chiede maggiore impegno. Uffici di viale Gori ai limiti della funzionalità

Giovedì, 04 Luglio 2019 10:02 Written by  Published in People

Mentre a Caltagirone, diversi rappresentanti politici del M5S esultano e rivendicano come un loro risultato l'apertura del nuovo Commissariato di polizia, a Niscemi, continua a restare un miraggio e purtroppo nel dimenticatoio, l’assegnazione dei nuovi locali per la stessa struttura di pubblica sicurezza.

A puntualizzare tali aspetti è il Sindacato italiano lavoratori polizia (Silp) per la Cgil, che con una nota a firma del segretario provinciale Pasquale Mastrantonio.

«Se da un lato - dice - l'apertura del nuovo Commissariato di Caltagirone costituisce il raggiungimento di un prestigioso traguardo politico-istituzionale e sociale, in termini di salvaguardia, mantenimento e rilancio dell’attività di pubblica sicurezza, dall’altro non è possibile che gli stessi rappresentanti politici del M5s e di tutti i partiti dimenticano che gli attuali locali di viale Mario Gori del Commissariato di polizia di Niscemi sono inadeguati e posti da tempo sotto sfratto esecutivo dai proprietari dell’immobile. Condizioni ultracritiche quelle in cui opera il Commissariato di Niscemi, anche per l’organico fortemente sottodimensionato e che da 25 anni, malgrado si trovi in una struttura precaria e fatiscente, nessuno sembra interessarsi».

Il Silp Cgil puntualizza nel documento i grandi sacrifici e i tantissimi risultati conseguiti dai poliziotti della città nonostante l’inadeguatezza dei locali e la grave carenza di organico, la situazione criminale del territorio ed il peso e le incombenze amministrative dell'attività non svolta in questi anni da Caltagirone, poiché è gravata su Niscemi. La segreteria provinciale del Silp per la Cgil pertanto, chiede un segnale di interesse concreto da parte di tutti i rappresentanti politici, ministri, sottosegretari, amministratori locali e provinciali, affinché possano essere assegnati i nuovi locali al Commissariato di polizia che sono stati individuati in quelli dell’ufficio tecnico comunale.

«La sicurezza è di tutti e per tutti - scrive il sindacato - è diritto dei calatini come dei niscemesi avere commissariati con una dotazione organica e sedi dignitose. Che venissero a vedere tutti in quali locali inadeguati e condizioni indegne operano i poliziotti del Commissariato di polizia di Niscemi”, conclude il Silp per la Cgil,”dal prefetto ai rappresentanti istituzionali e di governo, dal sottosegretario Sibilia, al senatore Pagano ed al Ministro Salvini a compiere il miracolo ed a dare un minimo di attenzione ai poliziotti che senza sosta, continuano a dare lustro alla polizia di Stato, con coraggio, dignità e spendendosi per la sicurezza di Niscemi e dei niscemesi contro la criminalità organizzata, contro agguerriti spacciatori di morte, contro illegalità diffuse di cui questa città non riesce ancora a liberarsi. E forse proprio per l'indifferenza di Istituzioni e governi».

Last modified on Giovedì, 04 Luglio 2019 10:28
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.