Gela: spacciava davanti a un locale di via Venezia, giovane in arresto. Sessantenne doveva starsene ai domiciliari ma vendeva frutta in strada, denuncia e manette

Sabato, 08 Giugno 2019 09:18 Written by  Published in People

Prosegue l’attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei luoghi della “Movida Gelese” da parte dei Carabinieri del Reparto Territoriale. 

Durante mirati servizi di osservazione, i militari dell’Arma hanno proceduto al controllo di un giovane di 21 anni, incensurato, che, trovato nei pressi di un noto locale ai margini di via Venezia era intento nell’attività di spaccio. Il ventunenne è stato bloccato dai Carabinieri che sul posto hanno rinvenuto alcuni grammi di sostanza stupefacente verosimilmente del tipo hashish.

Approfondendo poi la perquisizione nell'abitazione è risultato nel complesso in possesso di una trentina di grammi della medesima sostanza già suddivisa in dosi pronte allo spaccio.

Gli acquirenti assuntori trovati sul posto saranno segnalati alla Prefettura di Caltanissetta per i provvedimenti amministrativi del caso. Il giovane è stato tratto in arresto e, dopo le formalità di rito, posto agli arresti domiciliari.

Altre due persone sono state arrestate durante specifiche attività di controllo dei soggetti sottoposti a regimi restrittivi presso le rispettive abitazioni. Si tratta di F.S. di 67 anni e S.G. di 54, entrambi gravati da pregiudizi e noti alla Forze di Polizia. Singolari le rispettive situazioni: il primo è stato trovato intento a vendere la frutta sulla pubblica via, mentre il secondo è l’uomo già arrestato nei giorni scorsi per aver appiccato vari focolai d’incendio sulla statale. Per quest’ultimo questa volta si sono aperte le porte del carcere.

Last modified on Sabato, 08 Giugno 2019 09:40
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.