Gela: liste sorteggiate con l'incognita «Un'Altra Gela». La coalizione di Spata non si costituirà in giudizio

Martedì, 09 Aprile 2019 08:02 Written by  Published in People

In attesa di ricorsi e sentenze la Commissione comunale ha proceduto con il sorteggio per definire le posizioni sulla scheda elettorale dei quattro candidati a sindaco e delle liste a supporto. Le operazioni si sono svolte nel pomeriggio di ieri alla presenza degli stessi candidati e dei rappresentanti dei vari gruppi politici in corsa per un posto a Palazzo di Città. 

La prima colonna a sinistra della scheda verrà aperta da Simone Morgana, candidato a sindaco del M5S, con a fianco il simbolo dell’unica lista a supporto, quella dello stesso Movimento. Subito sotto l’imprenditore Maurizio Melfa con le sue due liste Ripartiamo da Zero e Maurizio Melfa Sindaco. Terza piazza, sempre nella colonna di sinistra per il leghista Giuseppe Spata a capo della coalizione di centrodestra con, nell’ordine, i simboli di Fratelli d’Italia, Lega, Udc e Avanti Gela. Colonna di destra interamente riservata invece al Progetto Civico con il candidato Lucio Greco. Al suo fianco per il momento i simboli di sole quattro liste: Impegno Comune, Azzurri per Gela, Uniti siamo Gelesi e Una Buona Idea. Non c’è al momento, come già noto, il simbolo di Un’altra Gela, la lista rimasta esclusa al momento delle presentazione per un “vizio sostanziale insanabile” all’interno della documentazione. Contro l’esclusione della lista pende al momento un ricorso al Tar presentato dall’avvocato Girolamo Rubino che rappresenta la coalizione. Secondo la linea difensiva contenuta all’interno del ricorso la mancanza delle firme autenticate all’interno dell’allegato 1 bis sarebbe superabile dal fatto che lo stesso allegato non conterrebbe dichiarazioni o dati essenziali ai fini della presentazione delle liste. Dichiarazioni e dati che invece sarebbero presenti in altri allegato correttamente presentati. Una mancanza dunque che, secondo Rubino, sarebbe stata facilmente sanabile se la Commissione avesse assegnato un termine per regolarizzare la posizione anziché propendere per l’esclusione. Intanto nella serata di ieri tra gli ambienti politici è circolata la notizia che i quattro partiti della coalizione che fa riferimento a Giuseppe Spata avessero deciso di costituirsi in giudizio nel procedimento relativo alla eventuale esclusione o riammissione di “Un’altra Gela”. Pare che i referenti avessero già contattato l’avvocato Stefano Polizzotto per rappresentarli in giudizio. Ma dopo una serie di confronti telefonici la cosa si sarebbe smontata nel giro di poche ore. Per alcuni referenti di partito la costituzione in giudizio avverso un avversario politico si sarebbe potuta trasformare in un boomerang e così alla fine si sarebbe deciso di evitare qualsiasi azione. Saranno i giudici palermitani a decidere il destino della lista ammiraglia di Lucio Greco. Il Tribunale, con tutta probabilità, si pronuncerà tra mercoledì e giovedì di questa settimana.

Last modified on Martedì, 09 Aprile 2019 08:17
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.