Niscemi: donne della Divina Commedia, conferenza nella sala della Biblioteca comunale promossa da Istituto d’istruzione «Da Vinci» e Unitre

Martedì, 12 Marzo 2019 18:44 Written by  Published in People

Ha offerto molti spunti di riflessione nella sala della Biblioteca comunale «Mario Gori» l’incontro su «Un’insolita lettura delle figure femminili nella Divina Commedia» delle quali ha parlato con grande erudizione la professoressa Agata Gueli, dirigente scolastica dell’Istituto d’istruzione secondaria superiore «Leonardo da Vinci».

Ciò nell’ambito della Giornata sul tema «Donne» che con il patrocinio del Comune, hanno promosso l’Istituto d’istruzione secondaria superiore «Da Vinci» e l’Unitre di cui è presidente Franca Iacona. L’occasione, la recente ricorrenza della «Giornata internazionale della donna» che ne ricorda annualmente le conquiste sociali, ma anche le violenze subite sin dalla notte dei tempi.

Violenze a vari livelli di un universo femminile che anche Dante Alighieri ha mostrato nella Divina Commedia.

«Donne - ha detto la professoressa Agata Gueli - che per la loro sofferenza e fragilità sono sempre attuali come secoli fa e nelle quali ci si può ancora riconoscere», citando Francesca Da Rimini (V Canto dell’Inferno), che insieme al cognato Paolo, si macchiarono del peccato della passione amorosa e che scoperta determinò l'uccisione di entrambi. Così come «Pia De’ Tolomei» (V° Canto del Purgatorio) che accusata di infedeltà è stata uccisa dal marito Nello dei Pannocchieschi, facendola precipitare dal balcone del suo castello ed il caso di Piccarda Donati (III° Canto del Paradiso), la quale fu costretta dal fratello Corso Donati, ad uscire dal convento dell'Ordine delle Clarisse nel quale aveva scelto di rinchiudersi e fu costretta a sposare Rossellino della Tosa, un ricco rampollo (uno dei Neri più facinorosi).

I passi in questione della Divina commedia sono stati letti da Caterina Fontana del laboratorio teatrale di Nunzio Bonadonna. «Violenze non solo fisiche ma anche psicologiche che le donne subiscono sin dai tempi più remoti così come ancora oggi - ha concluso la professoressa Gueli - fino alla negazione della loro esistenza con i segni crudeli lasciati per sempre nel viso dalle ustioni dell’acido».

Last modified on Martedì, 12 Marzo 2019 18:48
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.