Gela: il prefetto visita la sede della Capitaneria di Porto, plauso agli uomini e alle donne della Guardia Costiera

Mercoledì, 06 Marzo 2019 16:19 Written by  Published in People

Il prefetto, Cosima Di Stani è stata ospite stamattina alla Capitaneria di Porto per una visita istituzionale.

Ad accoglierla c'era il comandante, Roberto Cosimo Carbonara, con il picchetto d'onore e tutto il personale dipendente. L'evento è continuato nella sala conferenze della Capitaneria dove il comandante ha illustrato i risultati delle principali attività condotte degli uomini e dai mezzi della Capitaneria, con particolare riguardo ai compiti istituzionali che comprendono, oltre alla ricerca e soccorso in mare, anche l'espletamento di numerosi e ulteriori attività tra cui quella in esecuzione delle funzioni di Polizia Marittima, a tutela dell'ambiente marino e, inoltre, quelle rivolte alla tutela delle risorse ittiche attraverso continui controlli in mare e a terra lungo tutta la filiera della pesca.

Particolare attenzione è stata posta all'attività condotta su tutto il territorio di giurisdizione volta alla repressione degli illeciti in materia ambientale in particolare all'abbandono dei rifiuti. Ma anche quelle svolte su delega della locale procura della Repubblica, attinenti il monitoraggio delle attività di bonifica e messa in sicurezza della discarica Cipollina, in territorio di Butera e l'area delle vasche delle vecchie e nuove discariche all'interno della Raffineria Eni.

L'incontro si è concluso con il saluto del prefetto alle donne gli uomini della Capitaneria ai quali ha manifestato il proprio compiacimento per le attività e l'impegno messo sul campo quotidianamente.

Infine la consueta dedica sul diario storico presso gli uffici del comandante del Porto.

Last modified on Mercoledì, 06 Marzo 2019 16:37
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.