Appuntamento con l’84ª stagione concertistica dell’associazione Amici della Musica «G. Navarra» di Gela domani alle 19, dopo la messa, nella chiesa San Francesco d’Assisi.

A esibirsi sarà il coro polifonico «Harmònia Ensamble» di Caltagirone. Al piano Marina Vyrva, direttore Francesco Falci.

In scaletta tanti classici: dall'Ave Maria di Arcadelt al Gloria di Vivaldi, senza trascurare melodie contemporanee, quali Oh Happy Days e Amazing Grace. Prossimo appuntamento domenica 16 dicembre nel salone dell’ex Monastero delle Benedettine con il Concerto pianistico a quattro mani: Maria Agnese Augello, Michele Allegro. Il 23 dicembre sempre nell’ex monastero concerto Lirico con Felice Internullo (tenore) e Francesco Falci (pianoforte) Ultimo appuntamento dell’anno domenica 30 dicembre con il recital della pianista Miriana Di Pasquale, sempre al monastero. Tutti i concerti si terranno alle 19. Presidente e direttore artistico dell’associazione è il maestro Crocifisso Ragona. La stagione concertistica si svolge con il patrocinio della Regione Siciliana, assessorato del Turismo e del Comune di Gela.

Dopo il recente ritrovamento degli archeologi di una necropoli del IV sec. a.C. durante lo scavo per la posa della nuova rete idrica in via Genova, come tanti altri molto incuriosito, ho ritenuto di fare una visita per capire meglio, al di là delle notizie divulgate dai mass-media, di cosa si trattasse. 

L'avvocato Massimo Arena, già Direttore Generale del Comune di Niscemi ed attuale Capo della Ripartizione Contabile, è stato nominato Coordinatore Nazionale dello Snalv Confsal comparto Enti Locali con sede a Roma. Tale prestigioso incarico di rilevanza nazionale, permetterà, tra l'altro, all'avvocato Arena, nella qualità di esperto Enti locali, di fare parte, dal prossimo mese di gennaio, del tavolo tecnico con il Ministero della Funzione Pubblica, per lo studio e le proposte di modifica della disciplina normativa in materia di Enti locali, pubblico impiego, pensionamenti e rinnovo dei CCNL di comparto, in rappresentanza della Confsal, quarta Confederazione sindacale italiana per numero di iscritti. A tal proposito, il Segretario Generale dello Snalv Confsal, Avv. Mariella Mamone e l'avv. Arena, nel corso di un primo incontro con il Sottosegretario di Stato alla Funzione Pubblica, On. Mattia Fantinati, tenutosi a Palazzo Vidoni, a Roma, hanno presentato una prima piattaforma di proposte tecniche sui temi del turnover e dell'impatto della riforma pensionistica, cd. "quota 100", sul personale degli Enti locali, proponendo, tra l'altro, un turnover differenziato per gli enti che si trovano in condizione di "grave carenza di organico" e un piano straordinario di assunzioni con la semplificazione delle procedure concorsuali. Nel corso dell'incontro sono stati trattati anche i temi della formazione del personale e del rinnovo del CCNL di comparto e sono state poste le basi per una collaborazione tecnica in tema di pubblico impiego, Enti locali e innovazione nella P.A. Ricordiamo che nel 2016, l'avv. Arena vinse il primo premio al ForumPA per avere ideato CondividiPA, la piattaforma di sharing economy applicata alle Pubbliche Amministrazioni per la condivisione gratuita di beni e servizi.

Tre nuovi commissari della Polizia di Stato sono stati assegnati in provincia.

Si terrà oggi al Centro di accoglienza «Rosario Livatino» la Giornata mondiale della disabilità.

È tempo di partenza per il comandante della stazione dei carabinieri di Riesi  Rosario Alessandro, 46 anni.

Un furgone al servizio della Misericordia, la «flotta» dell'associazione si allarga per rispondere al meglio alle esigenze dei più poveri.

Avranno inizio mercoledì 28 novembre, con lo sparo di dodici colpi a cannone e lo scampanio festoso, i festeggiamenti in onore di Maria Santissima Immacolata, patrona principale della regione Sicilia, venerata nella Chiesa di San Francesco d’Assisi guidata dal parroco don Lino di Dio.

Un breve corteo in piazza Roma, partito dal piazzale d'armi della ex caserma intitolata al carabiniere Giuseppe Plado Mosca, che fino a pochi anni era sede della Compagnia Carabinieri di Gela. Poi l'ingresso dal portale principale della chiesa della Beata Vergine del Carmelo dove il parroco, don Giuseppe Bentivegna ha celebrato la solenne messa.

Si conclude, in data odierna, con la sottoscrizione degli ultimi 93 contratti, la annosa vicenda degli ex LSU, PUC ed ASU della ASP di Caltanissetta . In totale- tra maggio e novembre di quest’anno – sono stati stabilizzati 232 lavoratori di cui: 22 di categoria “ A” ( 13 ausiliari specializzati e 19 commessi) 117 di categoria “B” ( Coadiutori Amm.vi) 86 di categoria “C” ( 83 assistenti amm.vi e 3 assistenti tecnici -geometri) 7 di categoria “D” (collaboratori amm.vi) La Direzione Strategica della ASP definisce così un percorso che – oltre i lavoratori già sopra indicati - ha riguardato le stabilizzazioni previste dal comma 1 dell’art. 20 del D.Lgs. 75/17 c.d. Decreto Madia . Sono stati , infatti, sottoscritti- ai sensi del predetto decreto - contratti di lavoro a tempo indeterminato con : 39 Dirigenti Medici 1 Dirigente Biologo 6 Dirigenti Farmacisti 2 Dirigenti Fisici 1 dirigente psicologo 17 infermieri 1 tecnico della prevenzione 7 tecnici di radiologia 2 tecnici della psicomotricità dell’età evolutiva. La stabilizzazione dei dipendenti della ASP è stata fortemente voluta dal Commissario della ASP, Dr.ssa Maria Grazia Furnari , e dai Direttori Amministrativo e Sanitario, Dott. Danilo Palazzolo e Dr.ssa Marcella P. Santino , ed è stata particolarmente attenzionata dall’Assessore della Salute, Avv. Ruggero Razza, che sin dal suo insediamento si è posto, tra i suoi obiettivi prioritari, il futuro dei lavoratori precari. Ma non è tutto. Nel periodo di gestione della Dr.ssa Furnari sono stati sottoscritti contratti di assunzione di 7 dirigenti medici, di cui tre per mobilità. Ed ancora contratti per 4 infermieri, sempre per mobilità, e 7 operatori tecnici e socio-sanitari assunti ai sensi della legge 68/98 (categorie protette). La Direzione Strategica della ASP di Caltanissetta è stata molto attenta ai bisogni dell’utenza e si è profusa per garantire i livelli essenziali di assistenza attraverso il reclutamento di svariate figure mediche e sanitarie con contratti a tempo determinato lasciando così alla Azienda un incremento di personale pari a 390 unità.