Il clima si è un po' rasserenato ma lo stato di agitazione permane tra i 31 lavoratori del servizio di igiene ambientale del comune di Niscemi.

Migliaia gli istituti scolastici che in collaborazione con il Miur, hanno celebrato giovedì scorso il PiGreco day, la Giornata di festa della matematica più famosa del mondo.

Fervono i preparativi nelle famiglie gelesi e nelle parrocchie che stanno preparando la tradizionale “Cena” di San Giuseppe; sono 25 le tavolate che si stanno allestendo nelle famiglie e in alcune parrocchie della città.

Le federazioni sindacali del comparto delle Costruzioni sono impegnate costantemente nelle attività di concertazione per il completamento delle principali opere pubbliche in cantiere. 

«A iniziare dalla SS 640, un’opera strategica, imprescindibile ed essenziale per lo sviluppo economico di questa fetta di Sicilia (industria, agricoltura, turismo) determinando anche il miglioramento delle condizioni di sicurezza giacché è fatiscente l’asse viario che circonda il resto della Provincia».

Cento candeline per nonna Lucia Di Giovanni. La longeva nonnina è nata il 6 marzo del 1919 e poiché mercoledì è coinciso con la ricorrenza del giorno delle ceneri che segnano l’inizio della Quaresima, ha preferito e chiesto ai figli, di rinviare i festeggiamenti del suo centesimo compleanno.

La festa di San Giuseppe si è sempre tramandata in città nel corso del tempo di generazione in generazione per i forti sentimenti di fede popolare e tradizione. Le celebrazioni in onore del Santo si svolgono nella chiesa di Sant’Antonio di Padova, poiché la chiesa di San Giuseppe di cui è parroco don Rosario Sciacca, è ancora chiusa al culto dopo i lavori di restauro che hanno consentito il rifacimento dei prospetti esterni e la realizzazione di alcune opere interne.

Omesso versamento dell'Iva 2009 1,3 milioni di euro e omesso versamento delle ritenute certificate anno 2010 per un totale di circa 300 mila euro. Era questa l'accusa gravante sul capo di un noto imprenditore gelese, operante nel campo della metalmeccanica.

L'uomo è stato assolto stamattina dal Tribunale di Gela, che ha emanato una sentenza destinata a fare da riferimento giurisprudenziale.

La difesa, infatti, ha dimostrato, grazie alla produzione di documenti contabili, bilanci e a una perizia di parte, che il mancato pagamento di quelle imposte in quel periodo era dovuto a una crisi di liquidità nella quale l'azienda si era trovata per cause non imputabili alla società stessa.

«Abbiamo dimostrato - dice Joseph Donegani, avvocato che assieme al collega Emanuele Maganuco difende l'imprenditore - che la società, che lavorava in quel periodo in regime di subappalto, con margini di guadagno e profitto molto risicati, messa alle strette se pagare gli stipendi ai dipendenti o versare le imposte aveva preferito pagare le retribuzioni dei propri dipendenti».

L'azienda aveva attivato appositi piani di rientro dilazionati con l'Erario che ha onorato solo parzialmente. Era riuscita a rifondere debiti per circa 900 mila euro, poi si era dovuta fermare. E la società, dopo circa due anni, era stata messa in liquidazione.

Il pubblico ministero aveva chiesto la condanna dell'imprenditore a un anno di reclusione. La difesa, secondo un orientamento della Cassazione risalente al 2017, ha chiesto e ottenuto l'assoluzione dell'imputato.

È stato accolto il principio giuridico secondo cui non è punibile l'imprenditore che non può fare fronte al pagamento delle imposte per "stato di necessità": si è trovato nella impossibilità di adempiere.

«Ritenevamo - dice Donegani - insussistente l'elemento oggettivo, ossia, il dolo».

Il giudice ha accolto le tesi della difesa.

«Il Governo stanzia 50 milioni per contrastare la dispersione scolastica. Tra i beneficiari i comuni della provincia di Caltanissetta e Agrigento».

È andata in scena all'Auditorium dell’Istituto d’istruzione secondaria superiore «Leonardo da Vinci» di Niscemi la rappresentazione teatrale «Andrà tutto... bene».

“A spasso nel nostro passato” è il titolo di un progetto curato dall’Istituto comprensivo diretto dalla professoressa Licia Salerno, rivolto agli alunni della scuola secondaria di primo grado del plesso scolastico “Alessandro Manzoni”. Prevista la partecipazione a un concorso regionale avente la finalità di educare e sensibilizzare i giovani alla conoscenza e al rispetto dell’arte e dei paesaggi dell’isola.