Da ieri a Malta e fino a stasera, nella piazza principale di Gharb ed a Rabat (Victoria) nel centro di Gozo, è in corso di svolgimento la prima edizione della Sagra del carciofo “Niscemi in Vetrina”.

Ottimi i piazzamenti ottenuti dai ballerini della Dance Cool, associazione di danza sportiva diretta dai maestri di ballo Gaetano Parisi e Maria De Los Sueños, impegnati a a Catania e Siracusa, sia nell’ambito del Trofeo promosso dall’Associazione nazionale maestri di ballo (Anmb) che del Campionato regionale di danze coreografiche, accademiche indetto dal Centro sportivo educativo nazionale (Csen) settore danza sportiva Regione Sicilia.

Sono due gli alunni della scuola primaria della città che dotati di spiccate capacità logico - matematiche e intuitive, hanno brillantemente superato al Liceo classico linguistico e coreutico "Ruggero Settimo” di Caltanissetta, la prova finale di Area dei “Giochi matematici del Mediterraneo”.

Trionfo dei ballerini niscemesi della “One free time center”, associazione di danza sportiva di cui sono maestri di ballo Toni Mantello e Sonia Alessi, al Palalobello di Siracusa, dove si è svolto il Campionato regionale di danze coreografiche, accademiche, street dance, country western e caraibiche. 

In occasione del concorso fotografico intitolato “Wiki Loves Earth 2019” che viene organizzato annualmente a carattere internazionale dal movimento Wikimedia, si è svolta nella Riserva naturale orientata “Sughereta di Niscemi” una wikigita riservata proprio ad appassionati e wikipediani.

I giudici “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino”, simbolo di cultura della legalità, d’impegno professionale, sociale e civile per la costruzione di una società migliore, hanno ispirato in città la costituzione di un’Associazione culturale e ricreativa ad essi intitolata.

Una salutare passeggiata al bosco per raccogliere i funghi epigei spontanei senza un’approfondita conoscenza delle varie specie, molte delle quali tossiche e pericolose per la salute umana, qualora ingerite, potrebbe trasformarsi in una spiacevole e tragica disavventura. 

In onore della Patrona “Maria Santissima del Bosco”, ha avuto inizio nei giorni scorsi la “Festa al Santuario”, dove è stato messo esposto alla venerazione dei fedeli il sacro dipinto che il 21 maggio del 1599, un pastore rinvenne in una sorgente dell’antico territorio boschivo, vicino ad un bue della sua mandria inginocchiato.

Pagina 13 di 112