Niscemi: Giornata di fraternità promosso da Caritas. Convegno, messa celebrata dal Vescovo e pranzo per 300 persone meno fortunate Featured

Lunedì, 08 Gennaio 2018 11:30 Written by  Published in Attualità

Con la «Giornata di fraternità» svoltasi al palazzetto dello sport «Pio La Torre» che ha promosso il gruppo Caritas «Oasi Gesù Misericordioso» della Parrocchia San Francesco d’Assisi, con la collaborazione della Fidapa (presidente Francesca Stallone), dall’Amministrazione e del Consiglio comunale, le festività Natalizie si sono concluse in città all’insegna della solidarietà.

Un’iniziativa a sostegno delle famiglie che vivono il dramma della povertà causata dalla crisi economica, dalla mancanza di opportunità lavorative e vari fenomeni di disagio consequenziali. La Giornata di fraternità è stata caratterizzata in apertura dallo svolgimento di un convegno sul tema «Povertà ed esclusione sociale: quali risorse e prospettive di speranza» sul quale sono intervenuti il vescovo della Diocesi di Piazza Armerina Rosario Gisana, il sindaco Massimiliano Conti ed Alfonso Parisi referente della Caritas.Dagli interventi e dai dati rilevati dai servizi sociali del Comune, è emerso che sono 500 i bambini della città che vivono in condizione di povertà assoluta, 1.500 quelli in stato di povertà relativa e oltre 2000 le famiglie in gravi difficoltà economiche e lavorative.

«Da soli non si va da nessuna parte - ha detto il vescovo Rosario Gisana - è l’unione che fa la forza; il Comune, la chiesa, le associazioni e le organizzazioni sociali devono collaborare nell’attuazione di progetti mirati al contrasto delle povertà sociali ed a trovare soluzioni».

«Quello della povertà – ha aggiunto il sindaco Massimiliano Conti - è il problema più serio che mi trovo ad affrontare nella nostra comunità. La mia preoccupazione è quella di non potere essere in grado di affrontare il fenomeno per la mancanza di risorse dal punto di vista istituzionale. Ecco quindi il coinvolgimento di tutti nel comune impegno di contrasto alla povertà con iniziative di solidarietà che possano alleviare i disagi e le sofferenze».

Alfonso Parisi ha puntualizzato che le povertà sociali spingono sempre più le associazioni ad essere disponibili con le istituzioni ed fare quadrato per l’attuazione di iniziative di sostegno, aiuto e solidarietà. «I poveri - ha detto - devono cambiare il nostro modo di vivere, tenendoli sempre presenti. In occasione della Giornata di fraternità, il vescovo ha poi celebrato una messa a cui ha fatto seguito un pranzo di beneficenza offerto a circa 300 persone meno fortunate,comprendete un antipasto, lasagne e pollo a forno, carciofi arrostiti e dolce. Pranzo della fraternità che ha preparato un cuoco di «Slow - food» con la collaborazione delle volontarie della Caritas.

Last modified on Lunedì, 08 Gennaio 2018 11:35
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.