Niscemi: anziano di 90 anni scivola a terra e si lesiona la milza. Salvato dall’equipe chirurgica dell’ospedale «Suor Cecilia Basarocco» Featured

Lunedì, 27 Novembre 2017 11:17 Written by  Published in Attualità

Permane ormai da oltre un anno all’ospedale «Suor Cecilia Basarocco» «l’emergenza sanitaria» derivante dalla mancanza del secondo medico anestesista che non consente la possibilità di eseguire interventi chirurgici programmati in sala operatoria ai tanti pazienti in lista d’attesa.

La norma in materia, infatti, prevede in sala operatoria la presenza minima di due medici anestesisti, in caso contrario l’impossibilità di eseguire interventi chirurgici.

Nonostante ciò, venerdì pomeriggio, contando nella sola presenza del dottore Salvatore Evola, l’unico medico anestesista in servizio al nosocomio niscemese, l’equipe chirurgica del dottore Franco Cori, coadiuvato dai medici Santo Figura, Dario Schillaci e dagli infermieri di sala operatoria Pino Carbone e Giuseppe Incarbone, ha sottoposto d’urgenza ad un delicato intervento chirurgico di asportazione della milza un anziano di 90 anni, C.M. (le iniziali).

Il paziente è giunto al pronto soccorso in pericolo di vita, poiché affetto da una grave emorragia interna causata dallo spappolamento della milza. L’anziano era caduto poco prima accidentalmente a terra, riportando il grave politrauma con addome acuto e non avrebbe pertanto avuto il tempo di essere trasferito con l’ambulanza in altri ospedali vicini. 

Così l’equipe chirurgica del dottore Franco Cori, pur di salvare la vita all’anziano che avrebbe rischiato di perderla da un momento all’altro per la grave emorragia interna, nonostante la presenza di un solo medico anestesista, ha immediatamente sottoposto il paziente in sala operatoria ad un delicato intervento chirurgico di asportazione della milza. Eseguito l’intervento, l’anziano è stato stabilizzato clinicamente e trasferito con l’ambulanza medicalizzata del 118 presso l’Unità di rianimazione dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Gela, è ricoverato in prognosi riservata.

Le condizioni cliniche dell’anziano fino a ieri sono state ritenute stabili dai sanitari, anche se permangono le condizioni della prognosi riservata.

Last modified on Lunedì, 27 Novembre 2017 11:22
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.