Gela: softair che passione, giocano... alla guerra divertendosi. In città un campo di tiro, tanti appassionati e un progetto rivolto ai giovani Featured

Domenica, 12 Novembre 2017 15:11 Written by  Published in Attualità

Niente pistole fumanti, non scherziamo, per carità. A softaair si spara, sì. Ma con delle stupende repliche di armi vere, caricate ad aria compressa. Si gioca alla guerra, si compiono percorsi di tiro dinamico. Una disciplina per amanti delle armi, di quelle, però, che non fanno male neppure a una mosca.

Così questo gioco, o meglio, questo sport che tanto sa di gioco, sta raccogliendo proseliti in tutto il mondo. Li vedi equipaggiati  che sembrano soldati, ma loro vanno solo a divertirsi. Anche a Gela, dove, alcuni mesi fa, è nato un poligono o meglio un campo di softair.

«L’associazione – attacca Rosario Luca Cannì, presidente della “Asd Gaetano Cannì softair” team - nasce con lo scopo di divulgare più possibile il softair come pratica sportiva e allenamento tattico militare. Ci abbiamo creduto e l’anno scorso, grazie a un finanziamento di Intesa San Paolo ramo sportivo Banca Prossima, abbiamo realizzato oltre al campo di softair, che si estende su una superficie di seimila metri quadrati, anche il primo campo di speedball (paintball) della provincia di Caltanissetta e il secondo a livello regionale».

 L’associazione sportiva ha un direttivo composto da giovani appassionati. Ne fanno parte, oltre al presidente Cannì, il vicepresidente, Rocco Cannì, il segretario Francesco Lo Chiano, il tesoriere, Giuseppe Licco, e la consigliera Jenny Caiola. Chi si trovasse a passare sulla Ss 115 Gela – Vittoria (al chilometro 5) e dovesse scorgere mimetiche e pistole non si allarmi. Sono i ragazzi del softair. L’impianto è aperto tutti i giorni e permette ad appassionati e semplici simpatizzanti di questo sport un’immersione nei campi di battaglia. Tutto qua? No, i ragazzi dell’«Asd Cannì» non si fermano, anzi. «C’è in progetto – dice Cannì - per dicembre, anche un nuovo campo un’altra disciplina, che è il tiro dinamico airsoft». Non solo sport, anche una disciplina che si propone di educare, formare i giovani allo stare insieme, ad avere un equilibrio. Per questo l’associazione intende promuovere il softair come progetto in collaborazione con le scuole. Perché è meglio lo sport, che sia un campo di calcio o un poligono di tiro, che oziare davanti alla Playstation o attare briga davanti al pub. Forti dentro, forti nella vita. «» Vista la partita del costo questo villaggio primo centro softair agena secondo campo professionale di speedball in sicilia si incontra la spina santa gela l'associazione sportiva dilettantistica aiutano con i software di un risultato storico di collaborazione con l'ac associazione sportiva sociali italiana promuove il seguente progetto denominato scuola e tattiche la 6 presa in collaborazione con l'associazione opera con una particolare attenzione alla coerenza dell'attività formativa che lo sport può avere sui giovani moltissime le iniziative in tal senso che negli anni e non ho visto in prima linea lenta su tutto il territorio nazionale con il seguente progetto è volto alla scuola primaria scuola secondaria di primo grado la sd gaetano da me softail Di Katy e sopra il progetto si articolerà su 2 Attività intervento distinti fra loro ma fortemente complementari che si svilupperanno in Contemporanea Attività di Avviamento alla Pratica motoria dei però non scende Attività direttamente alla Pratica Sportiva del Softair e previsioni dell'abbandono precoce degli presenti ampliando l'offerta Sportiva Disposizione dei Giovani che in molti considerazione dell'età Aquila Attività Fa Riferimento sarà proposto un

Last modified on Domenica, 12 Novembre 2017 16:41
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela e dei comuni del comprensorio. In particolare Niscemi, Riesi, Butera e l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.