Niscemi: restauro e consolidamento chiesa San Francesco d'Assisi, al via lavori per 800 mila euro. La consegna entro settembre 2020 Featured

Mercoledì, 09 Ottobre 2019 08:28 Written by  Published in Attualità

Hanno avuto inizio per un importo di 800 mila euro finanziati dalla Regione siciliana, i lavori di consolidamento, restauro e adeguamento liturgico dell’antica chiesa di San Francesco d’Assisi, costruita intorno al 1739 e facente parte dell’ex Convento dei Frati minori francescani riformati.

I lavori, eseguiti dalla “Giada costruzioni Srl” di Ventimiglia di Sicilia (la stessa impresa edile che ha effettuato con accuratezza i lavori di recupero e restauro dell’intero antico complesso dell’ex Convento dei Frati minori francescani dove ora ha sede il Museo civico), dovranno essere completati entro il 30 settembre dell’anno prossimo. Con la realizzazione del progetto di consolidamento, restauro ed adeguamento liturgico della chiesa “San Francesco d’Assisi”, si completerà la riqualificazione di tutto il complesso dell’ex Convento dei Frati minori francescani, i cui locali ospitano adesso il Museo civico. Sia la chiesa di San Francesco d’Assisi che l’ex Convento dei frati minori francescani adibito a Museo civico, sono parte integrante di un circuito storico, architettonico, liturgico, culturale e turistico della città. Nel dettaglio, i lavori da eseguire nella chiesa di San Francesco d’Assisi, monitorati dalla Soprintendenza ai beni culturali ed ambientali di Caltanissetta e dalla direzione lavori, comprendono il ripristino originario del tetto, il rifacimento del campanile e della facciata frontale, l’intero restauro delle sacre tele e dei muri interni, la realizzazione di una nuova pavimentazione, di un nuovo camminamento esterno lateralmente alla chiesa, la sistemazione dell’ingresso, il rifacimento dell’impianto elettrico e la realizzazione di un nuovo impianto audio. Nel nuovo tetto della chiesa saranno anche installati i pannelli fotovoltaici. “Siamo contenti di questa opera” afferma il sindaco Massimiliano Conti, “poiché il progetto, che ho seguito prima come assessore ai lavori pubblici, è stato poi ripreso e portato a termine con la mia elezione a sindaco. Restituiremo alla città una chiesa che costituisce un bene culturale importante per il patrimonio storico, sacro ed architettonico”.

 

 

Last modified on Mercoledì, 09 Ottobre 2019 15:03
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.