«Melt Fest», Licata capitale siciliana del gusto. Mediterraneo identità e contaminazioni, se il cibo diventa strumento di coesione tra i popoli Featured

Martedì, 20 Agosto 2019 20:50 Written by  Published in Attualità

Torna “Melt Fest, Mediterraneo identità e contaminazioni”, l’evento che per il terzo anno consecutivo fa di Licata la capitale siciliana del buon cibo e dell’accoglienza, organizzata dalle associazioni Qanat e Sweet Sicily e dal Comitato Angolo del Gusto, con il patrocinio del Comune di Licata.

La villa comunale “Regina Elena” ospiterà, dal 21 al 23 agosto, la manifestazione che, partendo dai dolci dei Paesi del Mediterraneo, intende lanciare un messaggio chiaro: il cibo fa abbracciare i popoli. Ecco il programma completo dell’evento.

21 AGOSTO: Si comincia alle 18 con la gara, riservata a pasticceri e chef professionisti, sui dolci di origine mediterranea. A guidare la giuria, per il terzo anno consecutivo, è Pino Cuttaia, chef de La Madia, ristorante due Stelle Michelin. Con lui Peppe Bonsignore, chef de “L’Oste e il Sacrestano”; la giornalista enogastronomica Gianna Bozzali; lo chef di cucina naturale Vincenzo La Cognata e Carmela Porrello, decana dei pasticceri licatesi. I concorrenti: Abibata Konate “Mamma Africa”, ivoriana, già vincitrice del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo; Salvo Antona dell’American Bar di Licata; Eleonora Cavaleri della pasticceria “Cosi Dunci” di Favara; Mafè Ollehle, progetto che unisce giovani chef dell’Africa Centro Occidentale, del Gambia e del Senegal; Davide Miracolini della pasticceria Attilio Miracolini di Caltanissetta; Angela Lombardo dell’Antica Pasticceria Taibi di Racalmuto. Alle 19 si apriranno gli stand che ospiteranno aziende siciliane che costituiscono eccellenze nella produzione a km zero. Dalle 21.30 lo swing e la bossanova di Patrizia Capizzi ed i Som Legal.

22 AGOSTO: Una delle novità di questa edizione è la gara che mette a confronto pasticceri amatoriali. Start alle 18. In giuria ci sono: Maria Bernasconi, da tanti anni la voce femminile della radio a Licata; Rosalba Coraggioso, architetto e cake designer; Angelo Marrali, uno dei protagonisti di Video Faro, la prima emittente televisiva libera di Licata; Ireneo Moscato, attore e commerciante; Paola Pisciotta, funzionario del Comune e con l’Aido protagonista di eventi sociali. I concorrenti: Carmela Agosta, Roberta Aronica, Josè Augusto, Letizia Azzolina, Sandra Bennici, Emilio Bianchi, Maria Bonfiglio, Rosellina Incatasciato, Pina Trapani.

Alle 19 l’apertura degli stand enogastronomici.

23 AGOSTO: Alle 19 l’apertura degli stand enogastronomici. Alle 19.30 inizierà un talk show su cibo, accoglienza ed integrazione, al quale parteciperanno: Mirko Viola, Business & Community Development Manager di “tree”, la PMI Innovativa leader in Italia nell’open innovation per imprese, persone, startup e pubbliche amministrazioni, animatore di associazioni di volontariato tra cui CittàInsieme; Salvatore Farina, docente al liceo classico di “Caltanissetta”, presidente dell’associazione Ducezio che riunisce pasticceri di tutta la Sicilia; Gerlando Carratello, poliziotto di Agrigento, foodblogger, nel 2017 ha partecipato a Masterchef 7, classificandosi tra i primi 40 chef amatoriali d’Italia; Anna Tascarella e Claudia Avenia, attiviste antirazzismo di Agrigento; Abibata Konate, chef ivoriana, presidente dell’associazione “Mamma Africa”; i ragazzi di Mafè Ollehle che hanno preso parte ad UPSHIFT il progetto-pilota di educazione all’imprenditorialità, realizzato da UNICEF e JA Italia, rivolto a giovani stranieri e italiani. Alle 19 l’apertura degli stand di enogastronomia. Dalle 21.30 il “melt- jazz” di Adele & Friends.

Partner: la neonata comunità Slow Food di Licata; Make Hub Licata, associazione di promozione sociale nata l’8 maggio 2017, con l’intento di creare una community sia virtuale che fisica.

Last modified on Martedì, 20 Agosto 2019 20:58
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.